Notice: Trying to get property of non-object in /home/tidirium/public_html/motology.it/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-utils.php on line 26
MOTOLOGY

In WSS : VAN DER MARK IRRAGGIUNGIBILE A DONINGTON

pole_vd_mark_donington_1

Donington: sotto il nero cielo inglese arriva la prima pole stagionale dell’olandese

Donington – Il cielo sopra al circuito prima delle qualifiche della Supersport è degno del miglior film horror; una distesa di nuvole nere e pochi sprazzi di cielo azzurro all’orizzonte .

La partenza delle qualifiche viene subito posticipata di 5 minuti per problemi alla pista; probabilmente delle zolle di terra erano finite sulla pista e sulle linee di traiettoria ideale.

La pioggia sembra aspettare la riapertura della pit lane per ricadere sull’asfalto ancora bagnato .

Inzia sin da subito un testa a testa fra Coghlan e Sofouglu, intenti a mettere a segno il giro migliore prima dell’arrivo della pioggia forte.

A  circa 5 minuti dall’inzio del turno, iniziano i primi problemi per Marco Bussolotti, costretto a rientrare ai box per dei problemi alla moto, che si è spenta e riaccesa da sola durante il primo giro utile.

Il problema si è ripresentato anche in un secondo momento, ma è poi stato risolto .

Poco dopo c’è la caduta di Fabio Menghi; il pilota romagnolo, dolorante dal primo momento, si è  tenuto la spalla sinistra, già precedentemente infortunata facendo pensare ad altre gravi conseguenze.

Fortunatamente, il tutto non si è confermato; una bella botta, ma nessun problema grave.

La sua qualifica però non è più ripresa ed è stato così rilegato all’ultima posizione sulla griglia .

Durante il turno ci son stati altri grandi highside: segno di un asfalto molto scivoloso che non permette l’aderenza ottimale. Tra i piloti caduti possiamo citare Kennedy, il nostro De Rosa, Covena e Marino .

A venti minuti dalla fine, tre quarti dei piloti sono chiusi nei box in attesa di un miglioramento delle condizioni .

Sofoulu, Coghlan, Van Der Mark e Nocco, i primi quattro, rimangono al riparo per molti minuti, osservando dal monitor i pochi piloti in pista .

Proprio in questo momento c’è la caduta bruttissima di Calero, che viene subito portato al centro medico per una sospetta frattura della clavicola sinistra .

Ottimo il recupero, giro dopo giro, dell’altro pilota della MV Agusta, Vladimir Leonov .

Dopo un inizio nelle ultime posizioni, a causa di un setting poco adatto all’asfalto bagnato, si è portato poco a poco tra i migliori, entrando in Top 10.

Altrettanto buono il recupero di Bussolotti, che dopo la risoluzione dei problemi sulla moto si porta nei primi posti della classifica.

Ottima la prestazione del giovane Alessandro Nocco, pilota del Team San Carlo Puccetti Racing, che ha trovato sin da subito un ottimo feeling sull’asfalto bagnato con la sua Kawasaki .

Difficoltà iniziali per Christian Gamarino, pilota Kawasaki del Team Go Eleven che, dopo la caduta di ieri e la mancata presenza alle seconda sessione di prove libere, è rientrato in pista con condizioni poco amichevoli .

Il pilota genovese però, è riuscito a migliorarsi e scalare la classifica giro dopo giro .

La pioggia, a dieci minuti dalla fine, ha iniziato a calare, permettendo così ai piloti di migliorare i propri tempi e stravolgere la classifica.

La vera e propria lotta per la pole è iniziata a due minuti dalla fine, e a dominare è stato Michael Van Der Mark, con un giro strepitoso con il quale ha staccato il diretto avversario, Kenan Sofouglu, di 763 millesimi .

Terzo il pilota di casa Kevin Coghaln e quarto, con grande rimonta finale, Patrick Jacobsen .

Tris di italiani in top10 composto da Bussolotti,Nocco e Zanetti ; nono Russo, dodicesimo Gamarino (undicesimo tempo a pari merito con Leonov) , trecidesimo per due millesimi Tamburini,quindicesimo Rolfo, ventiduesimo De Rosa e ventitreesimo lo sfortunato Fabio Menghi .

Per Motology.it Federica Merotto @Faith_46

Cliccando qui, la Griglia Supersport – Donington 2014

Domani l’appuntamento con la Supersport inizia è alle 10.25 per il warm up e alle 14.30 per la gara .

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply