MOTOLOGY

INTERVISTA AD ALEX LOWES: “DEVO RITROVARE IL FEELING PERDUTO”

Alex_Lowes_interview_1

Alex_Lowes_interview_1

Alex Lowes, il giovane e talentuoso pilota inglese ci racconta, in esclusiva, la sua prima stagione nel mondo della SBK

Due weekend fa è stato protagonista di una bruttissima caduta sul circuito americano di Laguna Seca ma, grazie alla pausa prevista dal calendario, si è già ripreso ed è di nuovo pronto a lottare .

Di questo e molto altro abbiamo parlato con Alex Lowes; il pilota ventitreenne inglese in sella alla Suzuki del Team Voltcom Crescent Suzuki, che fa della sua simpatia e del sorriso sempre stampato sul volto una delle sue caratteristiche migliori .

Il più piccolo (si fa per dire) dei due gemelli è ancora il campione in carica del BSB dove lo scorso anno ha fatto sognare e battere i cuori degli appassionati mentre il fratello Sam, a sua volta, stravinceva in Supersport.

La fortuna non è stata la sua più grande alleata in questo primo anno nel campionato Superbike, ma con dedizione e tenacia lui non si è mai arreso e non intende farlo ora a quattro round dalla fine .

Vi lasciamo tutto il piacere di leggere la nostra chiacchierata con Alex Lowes … senza anticiparvi troppo .

ALEX LOWES, L’INTERVISTA

Ciao Alex, prima di tutto .. Come stai? Sono passate due settimane dall’incidente al famoso Cavatappi del circuito di Laguna Seca … Come sta il tuo polso?

Ciao Federica! Sì, sto bene grazie .

Mi sto prendendo un po’ di tempo per rilassarmi e trascorrere del tempo con la mia famiglia. Le mie ferite sono apposto, sono guarito dall’infortunio, ma il mio corpo è felice di poter prendere una pausa e recuperare pienamente per la prossima gara a Jerez.

Due gemelli, due piloti e due campionati diversi; tu sei tornato nel mondo SBK e Sam quest’anno è andato alla scoperta di un nuovo mondo, la MotoGP. Dopo l’ultima stagione favolosa e tre anni consecutivo nel campionato inglese, come è stato il ritorno? 

E’ stato difficile e ho dovuto imparare molto, ma allo stesso tempo sto davvero godendomi l’esperienza di correre in tutto il mondo e amare tutti i circuiti.

Questa è la tua prima stagione in SBK e hai dimostrato il tuo potenziale; due podi ( secondo ad Assen e terzo a Donington )  e alcuni buoni risultati. Ti aspettavi di avere un feeling così buono sin dall’inizio?

Ad essere sincero, mi aspettavo molto di più di quanto siamo riusciti a raggiungere. Sono stato veloce sin dal primo test, ma i risultati in gara non sono arrivati facilmente. Ho fatto alcuni errori ed in più ho avuto alcuni infortuni e sfortuna, ma spero di finire la stagione al meglio in questo 2014.

Questo è anche il tuo il primo anno con il team Voltcom Crescent Suzuki e la moto è migliorata molto degli ultimi anni. Quali sono le caratteristiche principali che preferisci e che si adattano di più al tuo stile di guida? 

La gestione e la rotazione della moto è molto buona. Non capisco ancora pienamente l’elettronica e come massimizzare la resa per ottenere il massimo della moto. L’elettronica è una novità per me quest’anno, perché non è prevista nel regolamento del BSB, ma sto imparando sempre di più, gara dopo gara.

In alcuni rounds, sia tu che il tuo compagno di squadra Eugene Laverty, siete stati veloci nelle prove libere ma in estrema difficoltà in gara e viceversa. In questo momento, qual è il punto su cui state o dovete ancora lavorare?

Quando montiamo gomme nuove, dobbiamo rischiare e lottare per fermare la moto e non capiamo perché. In quanto squadra, stiamo lavorando duramente per risolvere questo problema e quando lo facciamo riusciamo ad ottenere risultati migliori.

Ormai mancano quattro gare per arrivare alla fine del campionato e la metà della stagione è passata; sei soddisfatto del tuo lavoro?

No. So che sto guidando bene la moto, ma ho bisogno di lavorare duramente per migliorare la moto oltre ai turni di prove per ottenere risultati migliori il giorno della gara. Spero di finire la stagione veramente forte ed al meglio, e ritrovare una confidenza che al momento ho perso.

Tralasciando i risultati ottenuti, qual’è la gara che ti ha soddisfatto di più e quale invece ti ha deluso?

Phillip Island è stata una  grande delusione, perché avevo davvero un buona occasione per iniziare l’anno con dei buoni risultati. Il round di Donington invece è stato molto divertente e mi è piaciuto tutto il fine settimana, anche perchè è sempre bello correre di fronte ai tifosi di casa.

Jerez, Magny Cours, Phakisa Raceway e Losail (se Dorna lo confermerà); penso tutti questi circuiti siano nuovi per te. Qual è lo stato d’animo per il rientro?

Ho intenzione di ricaricare le batterie e tornare con la mente aperta e pronta per ottenere i migliori risultati possibili in queste  ultime quattro gare. Sono già entusiasta all’idea di tornare sulla Suzuki.

La pausa è ancora lunga; manca più di un mese a Jerez. Come ti stai allenando in questo periodo e e cosa fai per rimanere in forma? Spiando il tuo account Instagram, ho visto che tu e Sam vi divertite con il motocross…

Sì, mi sto divertendo un sacco ad allenarmi con il flat track e facendo motocross con mio fratello. Sto anche lavorando duramente con il mio personal trainer Kirk Gibbons , sia fisicamente che mentalmente, per essere di nuovo nella migliore forma. Inoltre ho anche alcuni eventi con la squadra in agosto, quindi sarò occupato,.. il che vuol dire che il tempo passerà più in fretta e l’attesa per poter guidare di nuovo non durerà troppo a lungo!

Alex, ti ringrazio per la tua gentilezza e per la tua disponibilità e ti faccio l’in bocca al lupo per le seguenti gare …però, io so che stai imparando l’italiano, quindi: posso chiederti un’ultima cosa? 

Ci fai un saluto per i tutti i tuoi fans e per tutti i lettori di Motology? … in italiano, ovviamente! 

Grazie a tutti i lettori di Motology. Spero che ti piace la mia guida per il resto del 2014. Sto imparando l’italiano, ma devo migliorare ancora molto! Ho dimenticato in che ordine devo mettere le parole … Va bene quello che ho detto?

Grazie mille per le domande, e grazie anche a tutti per il supporto.

ALEX LOWES INTERVIEW – ENGLISH VERSION

Ciao Alex, first of all.. How are you?  Have been passed two weeks from the crash at the Corkscrew in Laguna Seca… How is your wrist?

Ciao Federica,

Yes, I am great thank you ! I’m taking some time to relax and spend time with my family. My injuries are ok, but my body is happy that I can take some time off and recover fully for the next race in Jerez.

Two twins, two riders and two different championships ; you came back in the SBK world and this year Sam discovered MotoGP one. After the last faboulous season and three consecutive year in BSB, how was the return?

It’s been difficult and I have had a lot to learn, but at the same time I am really enjoying the experience of racing all over the world and love the circuits.

This is your first season in SBK and you have shown your potential ; two podiums and some good results . Did you expect to have a good feeling from the start?

To be honest I expected a lot more than we have managed to achieve. I was fast from the first test but the results in the races haven’t come easy. I’ve made some mistakes and also some injuries and bad luck, but I hope to finish the season strong in 2014.

It’s also your first year with Voltcom Suzuki and the bike improved a lot from the last years . Which are the main characteristics you prefer and suit with your riding style? 

The handling and turning of the bike is very good.

I do not yet fully understand the electronics and how to maximise them to get the most out of the bike. The electronics are new to me this year because in BSB there is none in the regulations but I am learning more and more every race.

In some rounds, you and your team mate Eugene Laverty, have been fast  in the practises but hard put in race and vice versa. Now, what is the point about you still working on? 

When we have new tyres, we struggle to stop the bike and we don’t quite understand why.

So as a team we are working hard to solve this problem and when we do it should allow us to achieve better results.

Four races be left to the end and the halfway of the season is done; are you satisfied of your job?

No. I feel like I am riding the bike well but I need to work hard to improve the bike more over practice sessions to achieve better results on race day. I hope to finish really strong and regain some confidence that I have lost.

Apart from the results, which race had satisfied you and which one disappointed you?

Phillip Island was disappointing because I had a really good opportunity to start the year with some strong results. Donington was a lot of fun and I enjoyed the whole weekend, also great to race infront of the home fans.

Jerez, Magny Cours, Phakisa Raceway and Losail ( if Dorna will confirm it ) ; I think that all of these tracks must be new for you.  What’s the mood for the restart? 

I am going to recharge my batteries and come back with an open mind to get the best possible results from the last four races.

I am already excited to get back on the Suzuki.

The break is still long , nearly a month to Jerez ; How is your training and how do you stay fit? Spying on your instagram account, I saw that you have a great time with Sam in motocross ..

Yes, I am enjoying training a lot riding flat track and motocross with my brother also working hard with my trainer Kirk gibbons physically and mentally to be at my best again. Also I have many PR duties for the team in August so I am busy which should pass the time so it doesn’t feel too long before I can ride again!!

I thank you for your kindness and for your willingness and i wish the best of luck for the following races … but, I know that you are learning Italian so … I can ask you a last thing? A greeting for your fans and for all the reader of Motology … in Italian, of course! 

“Grazie a tutti i lettori di Motology. Spero che ti piace la mia guida per il resto del 2014”

I am learning Italian, but I have to improve a lot!

I forget in what order I have to put the words … is this ok?

Thank you very much for the questions and Thanks also to everyone for the support.

L‘intervista esclusiva ad Alex Lowes è stata realizzata da Federica Merotto @Faith_46 per Mototlogy.it

  [wzslider]

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply