Notice: Trying to get property of non-object in /home/tidirium/public_html/motology.it/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-utils.php on line 26
MOTOLOGY

Gara 1: anche a Portimao, Sykes c’è!

SBK_Portimao_Sykes_Baz_1

Wsbk a Portimao: dopo la prima metà di gara sottotono, grande bagarre tra i top rider con Tom Sykes vincente su tutti.

Portimao – Cielo grigio e tribune vuote a fare da sfondo al circuito di Portimao in questa prima domenica di luglio .
Assente in griglia Claudio Corti, dichiarato unfit per correre questo weekend; il pilota comasco tornerà a Laguna Seca settimana prossima .
Al via parte bene Rea e Melandri riesce a recuperare due posizioni, girando come secondo pilota alla prima curva .
Parte bene Lowes, al contrario il suo compagno di squadra Laverty; anche Giugliano non parte nel migliore dei modi .
Rea sembra avere qualcosa in più nei primi minuti della gara e prova sin da subito a mettere dee metri tra lui e Melandri .
All’inizio del terzo giro, in fondo al rettilineo, Sykes stacca forte e supera il pilota italiano della Aprilia .
L’inglese della Kawasaki cerca di riprendere Rea, e gli altri piloti lo inseguono; il gruppo degli inseguitori conta 5 piloti : Sykes, Melandri, Baz, Guintoli e Davies .
Sykes recupera su Rea, e lo sorpassa, prendendosi la prima posizione; Melandri, il giro dopo, sul traguardo, lo affianca e supera a sua volta il pilota della Honda .
Al quinto giro la gara perde Elias che, dopo le “non” qualifiche di ieri, era rimasto bloccato nel gruppo indietro .
Rea inizia la sua discesa in classifica, e viene superato anche da Baz; la bagarre fra i due continua per qualche giro, con manovre da standing ovation per Loris Baz .
Il pilota francese della Kawasaki riesce a mantenere la posizione e lottare sorpassando all’esterno per pià volte .
A metà gara Tom Sykes ha già il primo posto in mano, Baz ha qualche decimo di vantaggio e per la terza posizione sono quattro piloti a lottare .
All’undicesimo giro viene esposta bandiera bianca; Guintoli supera Rea, Melandri e Baz in poche curve e comincia a mangiare decimi su Sykes .
Melandri prende esempio dal compagno di squadra e sorpassa Baz, successivamente superato anche da Davies .
Il giro dopo la gara perde due protagonisti del gruppo di testa ovvero Davies e Haslam, a causa di un contatto fra i due .
Haslam riesce a rientrare in gara e arrivare al traguardo, mentre il pilota della Ducati è costretto al ritiro .
Il vantaggio di Sykes su Guintoli si abbassa di un secondo in un solo giro ma successivamente il recupero si arresta .
Vengono recuperati pochi decimi ogni giro ma il vantaggio accumulato da Sykes precedentemente dà sicurezza al pilota .
Guintoli recupera, seguito a ruota da Baz e Melandri .
Il ravennate può lottare per un gradino sul podio, ma dei piccoli errori di traiettoria e staccata, lo allontanano da questa possibilità .
Melandri va lungo dopo il retitlineo e manda in fumo il progetto per un podio
Nel gruppo delle ultime Superbike, inizia una lotta fra Giugliano, Laverty e Lowes , il pilota romano viene superato da entrambi i piloti Suzuki ma, a causa di un’incomprensione con i doppiati, l’irlandese perde due posizioni .
Taglia il traguardo per primo Tom Sykes, come al solito in solitaria, seguito da Sylvain Guintoli e Loris Baz.
Medaglia di legno per Marco Melandri, quarto mentre settimo è Davide Giugliano .
Prima posizione EVO e nona posizione per David Salom che, dopo una battaglia lunga tutta una gara, riesce a battere per 16 millesimi il bravissimo Sylvain Barrier .
Tredicesimo Ayrton Badovini, ancora non omologato, quattordicesimo Niccolò Canepa, quattordicesimo un ottimo Riccardo Russo e sedicesimo Andreozzi .
Appuntamento con Gara 2 Wsbk da Portimao alle 16 .

Per Motology.it Federica Merotto @Faith_46

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply