MOTOLOGY

Aragon: in SBK, gara 2 è doppia doppietta Kawasaki

Aragon_Race2_podium_1

Aragon_Race2_podium_1

Sykes e Baz si portano, nuovamente, a casa i due gradini più alti del podio, riconfermando la grandezza della verdona

Al via della seconda gara in programma sul tracciato del MotorLand di Aragon;  partono di nuovo bene le due Kawasaki, seguite a ruota da Rea, Giugliano e Guintoli.

Iniziano i sorpassi sin dal primo giro; il primo è proprio quello di Marco Melandri sul suo compagno di squadra .

Nel gruppo di testa troviamo subito le due Kawasaki di Sykes e Baz, la Honda del team Pata, le due Aprilia e le Ducati.

Assenti, di nuovo, le due Suzuki attardate al nono e decimo posto.

I due avversari in campo EVO, Camier e Canepa, cominciano a rimanere appaiati e a iniziare la loro gara a contatto diretto in dodicesima e tredicesima posizione.

Il primo colpo di scena è la caduta di Alex Lowes, al secondo giro. Il pilota inglese non riprende la moto per rientrare in pista e si allontana dalla pista zoppicando, a causa dei precedenti infortuni al piede.

Al terzo giro, cade anche Chaz Davies, uno dei probabili protagonisti di gara2 ; prova a rientrare, ma non ci sono le possibilità per lui.

Due giri dopo perdiamo anche Claudio Corti a causa di una caduta; sicuramente non una buona giornata per il pilota comasco, costretto al ritiro anche in Gara1 .

Nel frattempo il gruppo di testa non  cambia; rimane in testa la coppia Kawasaki che,prendendo un buon vantaggio comincia la fuga, inseguita da Rea e Giugliano.

Per quanto riguarda le EVO, Camier riesce ad entrare in Top10 seguito da Canepa.

Al settimo giro inizia la rimonta di Melandri su Giugliano, seguito da Guintoli.

Sykes non riesce a prendere vantaggio su Baz che, a tratti, sembra più veloce e pronto a sferrare un attacco che, però, non arriva.

Eugene Laverty, più indietro, dopo una partenza non eccellente inizia la sua rimonta di metà gara.

All’ottavo giro le EVO cominciano a creare un gruppetto ben compatto, che al nono giro vede Salom superare sia Canepa che Camier.

Al decimo giro, le Kawasaki di Sykes e Baz  staccano il trio formato da Melandri, Rea e Guintoli.

Nelle retrovie caduta di Jeremy Guarnoni alla curva 6, lasciando così la sua quattordicesima posizione provvisoria.

Due giri dopo, Melandri recupera terreno sulle Kawasaki, mentre Rea inizia una bagarre con Guintoli.

Melandri comincia ad attaccare le due verdone ma, alla staccata dopo il rettilineo và un po’ lungo e perde del terreno.

Al quattordicesimo giro Guintoli si prende con la forza  la quarta posizione .

Il giro dopo, Baz supera Sykes sul rettilineo, ma l’inglese risponde con una staccata che lo riporta in prima posizione, mentre Marco Melandri tenta e mette a segno il sorpasso su Baz.

All’ultimo giro, alla solita staccata, Melandri tenta il tutto per tutto alla staccata, sbagliando e andando lungo, perdendo il secondo gradino del podio.

All’arrivo Tom Sykes su Loris Baz, Marco Melandri, Sylvain Guintoli e Jonathan Rea; settimo Davide Giugliano, meno brillante rispetto a Gara1 .

Nelle EVO il primo posto va a Salom, decimo, davanti a Canepa, Badovini e Camier .

Per Motology.it Federica Merotto @Faith_46

Aragón – SBK – Classifica Gara 2

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 17 giri in 33’37.223
02- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.338
03- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.470
04- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 5.429
05- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 8.861
06- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 15.986
07- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 18.206
08- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 25.513
09- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 25.823
10- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 38.949 (EVO)
11- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 39.413 (EVO)
12- Ayrton Badovini – Team Alstare – Bimota BB3 – + 40.915 (EVO) *
13- Leon Camier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 41.486 (EVO)
14- Sheridan Morais – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1’02.587 (EVO)
15- Luca Scassa – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’09.720 (EVO)
16- Fabien Foret – MAHI Racing Team India – Kawasaki ZX-10R – + 1’14.046 (EVO)
17- Alessandro Andreozzi – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’14.233 (EVO)
18- Aaron Yates – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 1’35.195
19- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 1’37.781
20- Peter Sebestyen – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 1’54.547 (EVO)
21- Geoff May – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 1’57.166

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply