MOTOLOGY

LA VITTORIA DI JOHN MCGUINNESS NEL SENIOR CLASSIC TT

MCGUINNESS VINCE, IL RE E’ TORNATO, COWARD E JOHNSTON SUL PODIO

Tanta emozione oggi al via della Senior TT Race, John McGuinness ha fatto il suo ritorno proprio al Classic TT, dopo l’infortunio a maggio 20177.

Andiamo però in ordine.

La giornata inizia con una sorpresa. Al termine delle prove, prima del via della gara, Bruce Anstey effettua una parade lap in sella alla Honda RCV.

Maria Costello, con il numero 10 sul cupolino sulla sua Patonsono la donna più fortunata del pianeta a poter guidare questa moto, ne sono innamorata”.

Assente Dominic Herbertson, non ha compiuto abbastanza giri per potersi qualificare, la situazione che purtroppo avevamo ipotizzato potesse accadere. Non parte anche David Johnson, con il #5, che avrebbe dovuto guidare la Honda di John Chapman Racing.

Come sempre l’avviso di damp patch, in ingresso ed uscita a Ramsey Hairpin.

Alle 13.00 locali il via, John McGuinness in sella alla Paton il primo a lanciarsi verso Bray Hill, seguono Alan Oversby e Jamie Coward, rispettivamente su Honda e Norton.

PRIMO GIRO.

A Glen Helen al comando McGuinness, seguito da Maria Costello, “tallonata” da Oversby e Coward. Settimo Lee Johnston, seguito da Michael Russel e James Hillier. Ian Lougher subito si ritira ad Union Mills. A Ballaugh scambio di posizione fra Coward e Costello, guadagna una posizione Johnston e sale in ottava posizione Ollie Linsdale. La gara perde anche Alan Oversby, che si ritira a Barregarrow e Davey Todd, ritirato a Greeba Bridge. Ritiro anche per Linsdale a Sulby Bridge. Ancora a Ramsey il terzetto McGuinness, Coward e Costello guida la classifica provvisoria. Josh Daley risale la classifica, dal ventitreesimo di Glen Helen, ventesimo a Ramsey, partiva trentaquattresimo. A Bungalow Maria Costello recupera il gap da Coward.

John McGuinness taglia il traguardo del primo giro in 110.510mph. Secondo Jamie Coward con 107.170mph ma a +38.307s dal leader, terza Maria Costello con 107.014mph a +1.855s. Joey Thompson, decimo tempo provvisorio rientra ai pit per la sosta. Josh Daley taglia il traguardo in ventunesima posizione alla media di 97.291mph.

SECONDO GIRO

Ancora McGuinness il leader a Glen Helen, come al passaggio precedente seconda Costello, a meno di tre decimi da lei Coward. Guadagna una posizione Johnston, adesso quarto ad otto secondi dal podio. A Ballaugh ancora uno scambio di posizione fra Coward e Costello, con Johnston adesso ad un secondo e mezzo dal podio. John McGuinness al rilevamento di Sulby segna 142.2mph di velocità istantanea, fotocopia del giro precedente. Ramsey vede situazione invariata fra i primi due, ma Johnston è adesso secondo, avendo passato la Paton di Costello. A Bungalow McGuinness ha un minuto di vantaggio su Coward, seguono Johnston e Costello. Alla fine di questo giro ci saranno i primi rifornimenti, chi non lo effettua adesso lo farà al penultimo giro.

John McGuinness taglia il traguardo in 110.676mph e decide di proseguire, posticipando il rifornimento al prossimo giro. Perde ancora qualche secondo Jamie Coward, secondo, con 107.791mph di media. Terzo ancora Lee Johnston, che ha una media migliore di Coward, a riprova della sua rimonta, 108.189mph. Quarta Maria Costello, 107.422mph per lei, ma il suono della sua Paton desta preoccupazione. Settimo James Hillier, con 102.659mph , seguito da Danny Webb con 102.239mph. Joey Thompson dopo il pit stop è quindicesimo con 98.052mph. Ventesimo Josh Daley, 96.918mph.

TERZO GIRO

A Ballacraine il motore della Paton #10 si spegne un istante per riprendere subito. John McGuinness prosegue la sua gara i solitaria a Glen Helen, le posizioni sono invariate, ma Johnston ha recuperato un secondo e tre a Coward, insidia adesso il secondo gradino del podio. Perde una posizione Costello, adesso passata da Chris Swallow, il timore di problemi meccanici inizia concretizzarsi. A Ballaugh avviene il sorpasso fra Johnson e Coward, situazione invariata a Ramsey, con Costello che perde ancora, così come a Bungalow.

John McGuinness taglia il traguardo del terzo giro alle media di 110.625mph, prima di entrare in pitlane per il rifornimento della sua Paton, che effettua rapidamente. Secondo Lee Johnston108.913mph di media per la sua Honda, entra a rifornire. Terzo Jamie Coward 108.601mph per lui sulla Norton, che non si ferma per il rifornimento. Chris Swallow si conferma quarto, con Maria Costello con evidenti problemi, taglia il traguardo in 99.897mph, si ritira infatti ai pit, un vero peccato. Il Grandstand esplode comunque in un applauso, al quale Maria risponde con un inchino.

ULTIMO GIRO

Glen Helen vede ancora McGuinness al comando senza problemi, dopo i rifornimenti. Coward, che non li ha fatti, è secondo, terzo Swallow e quarto Johnston, che si è fermato per rifornire. A Ballaugh Johnston recupera sette, dei quattordici secondi, di ritardo da Shallow, in terza posizione; la rimonta prosegue, altri quattro secondi guadagnati a Ramsey. A Bungalow avviene il sorpasso fra Johnston e Shallow, The General torna sul podio virtuale.

John McGuinness vince la Bennett Senior Classic TT Race, è il ritorno del Re. Non si tratta di una semplice vittoria. Sappiamo forse la metà di quello che ha passato McGuinness in questi mesi, un anno e mezzo. Il pubblico applaude ovunque all’ultimo giro, la commozione è forte per tutti.

Secondo Jamie Coward, la sua strategia di saltare il pitstop gli ha fatto guadagnare una posizione. Terzo Lee Johnston, che come aveva §”premesso” all’Ulster Grand Prix ha confermato il suo momento di gran forma. Quarta posizione per Chris Shallow, seguito da Michael Russell, Danny Webb e James Hillier. Decimo Joey Thompson, dodicesimo Dave Madsen-Mygdal, la parola ritiro non sa come si scriva; diciassettesimo Josh Daley che ancora una volta stupisce per la sua determinazione.

Credits Lucas Croydon Photography che ringraziamo.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply