MOTOLOGY

IAN HUTCHINSON NUOVO TESTIMONIAL DI CARRERA

Ian Hutchinson: un nome, un perchè.
Chi mastica un po’ il mondo delle corse lo conosce per forza.. un po’ per il suo leggendario record, un po’ per quegli incidenti che ancora gli fanno vivere un inferno.
Ciò che è certo è che Hutchy, classe 1979, nel mondo Road Racing è entrato di diritto nelle leggende.

Il debutto ufficiale nel 2003 sul Mountain Course al Manx GP, vinto alla media di 113.920mph. Poi i tanti i successi al TT, sedici per la precisione, che lo hanno reso il quarto pilota in assoluto (per quantità) a vincere di più. Tra i piloti ancora in attività invece è secondo solo a McGuinness con 23 vittorie.
La sua storia, che ha dell’incredibile, è iniziata nel 2010 quando ha conquistato 5 gare in una sola edizione di TT, realizzando la cinquina mai riuscita a nessun altro.


Nello stesso anno, dopo l’enorme successo però il destino ha deciso che doveva succedere dell’altro: sul tracciato di Silverstone, a causa di un bruttissimo incidente, la sua gamba sinistra rimane in condizioni pessime. I medici ne ipotizzano l’amputazione ma lui no, non si da per vinto.
Chi lo segue sui social ha potuto notare i cambiamenti della sua gamba, operazione dopo operazione. E quando tutto stava migliorando, un altro incidente, alla stessa gamba, durante il Bike Show di Londra.
Anche con la gamba malconcia corre sia la North West200 sia il Tourist Trophy, ma poi è destinato ad arrendersi.
Un’altra immensa serie di operazioni (più di 30) , di fisioterapia.. e poi il rientro, al Macau GP del 2013 dove vince.
Nel 2017 un’altra caduta riapre il suo calvario: durante il Senior TT, un altro colpo alla gamba sinistra e alla stessa caviglia.
Ma come potrete ben intendere Ian non si è perso d’animo.

La storia di un eroe (o meglio dire supereroe) che è stata apprezzata dall’azienda Carrera che lo ha voluto, assieme a Anab Mohamed Abdullahi (una rifiugiata diventata modella) e Casey Legler (ex nuotatrice e modella), come ambasciatore del marchio per la campagna #DriveYourStory.
Tutti e tre personaggi con un background importante che, ognuno nel proprio settore, ha fatto la differenza ed è diventato un punto di riferimento.
Cliccando QUI potrete vedere il video del backstage della campagna, mentre QUI la video intervista a Hutchy.

 

 

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply