MOTOLOGY

MICHAEL DUNLOP, HUTCHINSON E JOHNSTON I PIÙ VELOCI MERCOLEDÌ 1 GIUGNO

TT_Dunlop_2016

La giornata di prove di mercoledì 1 giugno ha visto scrivere un’altra incredibile pagina nella storia del Tourist Trophy.

Mattinata iniziata con nuvole grigie che sovrastavano Glencrutchery Road, migliorata nel giro di qualche ora, finché il sole è tornato a splendere lungo il Mountain Course, anche se il vento ha destato preoccupazione, soprattutto nel tratto di montagna.

Postazione per le prove è stata Parliament Square a Ramsey. Il sole ha illuminato il tracciato (sono incredibilmente abbronzata!), anche questo punto ha un’acustica che fa rimbombare il suono dei motori, così da ascoltarli qualche secondo prima del loro arrivo prima della staccata che li porta poi verso la montagna.

Seguire prove e gare sul tracciato, specialmente in punti particolari permette di apprezzare le differenti traiettorie, in base alla cilindrata ed al pilota. Come avrete capito sto apprezzando il “dietro le quinte” di questo TT, ieri ho potuto assistere ad uno dei compiti dei marshall che assistono in tracciato. La rete di comunicazione fra le postazioni è un continuo scambio di informazioni, non ci si distrae e si è sempre pronti ad intervenire ed è questo a cui ho assistito. Nel momento in cui una possibile perdita di olio viene segnalata la prima postazione “disponibile” interviene fermando il pilota, controllando che sia tutto ok e decidendo, poi, se far ripartire o meno, il tutto effettuato con precisione senza però perdere tempo.

Guardando invece la classifica dei crono Michael Dunlop ha segnato un incredibile 131.574mph in sella alla superbike, seguito dall’altrettanto veloce Ian Hutchison, sembra un affare fra i due quest’anno, ma non facciamoci ingannare, John McGuinness è lì alle loro spalle. In questa categoria permettetemi però di soffermarmi di più sui nostri. Marco Pagani ieri ha segnato il suo personal best con 122.126mph! Segnando così il ventisettesimo tempo assoluto. Subito dietro di lui c’è Stefano Bonetti, 121.935mph per il pilota di Castro, alla sua undicesima partecipazione, anche se quest’anno tutti gli occhi son puntati su di lui nella classe Lightweight, dove sta bene figurando, ma che ieri non provava. Infine Alex Polita, il pilota di Jesi migliora in ogni sessione, il suo personal best è adesso pari a 113.854mph, step by step il suo motto, che sta seguendo alla perfezione.

In configurazione Superstock è Hutchy il più veloce, 130.745mph, seguito da Michael Rutter e Michael Dunlop.

Nella classe Supersport è il simpaticissimo Lee Johnston ad aver segnato il miglior tempo, con 123.397mph di media, The general è ancora una volta a suo agio in sella alla Triumph.  Alle sue spalle un altro pilota disponibile e simpatico del paddock, il ceco Michal Dokoupil,  con il suo 121.534mph occupa una seconda posizione che riempie di soddisfazione. Come sapete teniamo d’occhio Josh Daley: anche ieri Josh ha migliorato ancora il suo personal best, 111.664mph per lui! La sua prima esperienza si sta rivelando ricchissima di soddisfazioni e noi siamo felici anche per lui.

Anche questa sera prova tutte le classi, ad eccezione della Lightweight,  pronti a ricominciare.


Notice: Undefined variable: user_ID in /home/tidirium/public_html/motology.it/wp-content/themes/gameday/comments.php on line 48

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply