Notice: Trying to get property of non-object in /home/tidirium/public_html/motology.it/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-utils.php on line 26
MOTOLOGY

TOURIST TROPHY: FARQUHAR E AMOR TORNANO E PER KEITH BIS DI GARE!

001

LE DUE LEGGENDE DELLE ROAD RACES RIPRENDONO IL CASCO DAL CHIODO, L’ISOLA CHIAMA, NON SI PUÓ MANCARE

Lo scorso dicembre l’ambiente delle road races, in particolare quello legato alla prossima edizione del Tourist Trophy, è stato piacevolmente sorpreso dalla notizie del rientro di Ryan Farquhar e Keith Amor nelle vesti di compagni di squadra. Dopo stagioni e duelli da “rivali” i due ritorneranno sull’Isola di Man per competere, in forza al team gestito dallo stesso Farquhar, nella gara BikeSocial.co.uk Lightweight TT con le KMR Kawasaki, le 650cc ER6.

Farquhar è stato da subito il pioniere della classe, vincendo al TT la gara del 2012. Lo stesso anno la scomparsa dello zio Trevor Ferguson, durante il Manx GP, lo ha portato alla decisione di appendere il casco al chiodo e dedicarsi alla sola “attività” di team manager, attività che ha svolto egregiamente con Jamie Hamilton e Connor Behan (quest’ultimo prossimo al debutto dopo un ottimo esordio al Manx GP lo scorso agosto). Evidentemente l’amore per le corse ha prevalso e dopo una sola stagione in pit lane è pronto per tornare.

Le parole di Ryan Farquhar: “Il mio cuore appartiene al TT e voglio ancora far parte dei protagonisti della corsa. Voglio anche sviluppare il pacchetto della KMR ER6 Kawasaki per il futuro ed il modo migliore per farlo è guidare io stesso, per poter valutare al meglio i cambiamenti fatti. Determinante è stato sapere di avere Keith Amor in squadra con me. È il pilota più forte contro cui abbia mai corso, ho sempre avuto molto rispetto per lui, come pilota e come persona. Solo felice di potergli dare il benvenuto nel KMR Kawasaki team”.

002

Keith Amor aveva appeso il casco al chiodo a chiusura dell’edizione 2011 dell’Ulster Grand Prix, a causa dell’infortunio alla spalla rimediato lo stesso anno al TT, a Quarter Bridge, conquistando poi un secondo posto nella prima gara della Supersport. Ma anche nel suo caso due anni sono sembrati troppi e la voglia di ritornare sull’Isola fra i protagonisti (perché si è tutti protagonisti, ognuno con la propria storia) è stata più forte di un infortunio. Lo scozzese debutterà così a fianco dell’amico/rivale di sempre Ryan Farquhar, ma non contento ha annunciato la partecipazione anche ad entrambe le gare della Monster Energy Supersport TT, classe nella quale ha sempre eccelso, in sella alla Site Sealants B&W Racing Honda CBR600RR, di Brian Hull.

Le parole di Keith Amor: “Quando Ryan mi ha chiamato per offrirmi questa opportunità non ho impiegato molto a rispondere affermativamente. Abbiamo sempre avuto rispetto reciproco nel corso della nostra carriera, lungo i tracciati irlandesi e so più di chiunque altro quali grandi moto possa preparare. Non ho mai guidato una Supertwin ma credo che se vuoi guidarne una, allora la cosa migliore è che sia una KMR. Sto cercando di tornare al TT senza pressione, semplicemente concentrandomi e divertendomi”. A proposito della partecipazione alle Monster Energy Supersport races ha dichiarato: “Brian mi ha offerto l’opportunità di competere nella classe Supersport, che è sempre stata la mia preferita e non potevo dir di no. I migliori giorni della mia carriera al TT sono stati su una moto600cc e sono sicuro di poter ancora dire la mia. Mi sto allenando duramente e sto seguendo una dieta per far calare il mio peso per tornare al livello in cui ero l’ultima volta che ho corso poiché credo sarà critico sulle moto più piccole. Al momento non ho alcun programma per le gare con le 1000 e sto lavorando al programma con Ryan e Brian su quali test fare in previsione TT”.

Non ci resta che dire: BENTORNATI!!!

 

Le fotografie di Keith Amor in azione e del team KMR Kawasaki sono da archivio www.iomtt.com

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply