MOTOLOGY

LE CONSIDERAZIONI SULLA NORTH WEST200 2014

001

ARCHIVIATA L’EDIZONE NUMERO 85 CONSIDERAZIONI SUI PUNTI SALIENTI

L’85a North West200 si è conclusa ieri. Lo scorso anno la manifestazione fu vittima del meteo avverso, che portò alla cancellazione del programma delle gare del sabato, ieri sembrava doversi piegare ancora una volta alla volontà della natura.

Ieri mattina in parallelo al timore di una “replica” aleggiava un altro pensiero. Nel corso dell’inverno si è lottato per far si che le amministrazioni locali approvassero un regolamento più flessibile, che pur prevedendo un totale di tre giorni di strade chiuse queste possano essere “divise” in più giorni, tant’è che giovedì sera si ipotizzava l’anticipo della gara della Supertwin a venerdì, il meteo di sabato non è stato infatti un mistero.

Situazione fortunatamente non paragonabile a quella dell’anno scorso, ma comunque il programma ha subito forti ritardi, le gare stesse sono state accorciate rispetto all’idea iniziale, vale sempre il detto “the show must gon on”?..

Sicuramente un’edizione che verrà ricordata per molti motivi.

Voglio iniziare questo “riassunto” rivolgendo un pensiero a Franck Petricola e Simon Andrews al momento ricoverati presso il Victoria Royal Hospital a Belfast in seguito alle ferite riportate nelle cadute di giovedì, per Franck, e sabato per Simon. Per entrambi non saranno mesi facili, Simon è ancora ricoverato in terapia intensiva in condizioni critiche, per Franck dovrebbe iniziare il programma di risveglio, trascorse le 72 ore di coma farmacologico deciso dallo staff medico. Il sostegno di chi li segue è importante soprattutto in questi momenti, quindi si rinnovano gli auguri di pronta guarigione, perché noi vi aspettiamo!

Dando un’occhiata “veloce” ai responsi della pista, ci occuperemo meglio dei protagonisti nel corso di questa settimana che ci porta direttamente al Tourist Trophy 2014, alcuni punti sono emersi.

I fratelli Dunlop hanno fatto scelte coraggiose che li ha premiati, il duello visto nella prima gara della superbike è stato semplicemente epico. La decisione nel volere la vittoria mostrata da William è l’evidenza delle parole dette alla presentazione del TT lo scorso mese di aprile “Ho lavorato molto per arrivare a questo punto”; d’altro canto Michael ha fatto una scelta coraggiosa nel firmare per una casa prima di poterla  provare (o così pare), anche se, diciamolo, il bravissimo Michael non è però il primo pilota ad utilizzare BMW nelle road races, i team Ice Valley Motorsave e Penz13.com già da qualche anno puntano sulla casa bavarese, non dimentichiamo i risultati dello scorso anno di Steve Mercer con il team di Rico Penzkofer, quindi se aggiungiamo il talento di Michael, le premesse c’erano tutte.

Alastair Seeley è sempre l’uomo del Triangle, da sempre legato al tracciato di casa non si è smentito neanche questa volta. “Vittima” nella prima gara giovedì non ha comunque mancato la vittoria, dando vita ad una rimonta eccezionale, un po’ meno si può dire dell’ingresso di ieri a Metropole su Lee Johnston, con caduta per entrambi. La North West resta però la sola road races alla quale partecipa, anche per questo non riesce a conquistare totalmente l’affetto dei sostenitori.

La North West200 di solito è l’ultimo step, per la maggior parte di team e piloti, prima dell’approdo sull’Isola di Man per il Tourist Trophy, che inizierà ufficialmente sabato 24 maggio.

In questi giorni che mancano guarderemo più da vicino i suoi protagonisti, fra “candidati al podio”, “attesi” e “newcomers”.

Questa edizione va in archivio, gli organizzatori pensano alla prossima, noi ci proiettiamo sulla mitica Isola di Man, pronti a fare il tifo per tutti!

Foto ufficiale The International North West200

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply