MOTOLOGY

CANCELLATA LA ARMOY ROAD RACE

LA ARMOY ROAD RACE VITTIMA DEL METEO ED INCIDENTI NON DI GARA

Il decimo anniversario della Armoy Road Race non si è svolto come sperato.

Dopo settimane a raccontare del caldo anomalo per le National irlandesi la pioggia è ritornata a dettar legge.
Come anticipato ieri le previsioni meteo per oggi non lasciavano presagire nulla di buono. Ma la speranza è l’ultima a morire, si sa.

Il programma di oggi prevedeva dieci gare, che sarebbero dovute iniziare alle 12 locali, con la Junior Support Race.

Dopo le prove di ieri eravamo pronti all’ennesima sfida Derek McGee, Adam McLean, Paul Jordan, Michael Sweeney e Davey Todd.

Scesi sul tracciato per schierarsi ed effettuare il warm up lap i piloti della Junior Support sono stati presto richiamati in paddock dalla direzione gara. Un incidente, non correlato alla gara, ha richiesto l’intervento di polizia e ambulanza nei pressi di Church’s Bend.

Gli dei delle due ruote oggi non avevano a cuore la Armoy Road Race, o forse è l’esatto contrario.

Di fatto quella che doveva essere la ripartenza, prevista per le 12.45 locali, non avviene.

Viene segnalato un incidente che coinvolge uno spettatore alla stazione di benzina in paese, sembra una barzelletta.
Non dimentichiamo che in tutto ciò la minaccia di pioggia incombe, al momento i “postumi” della pioggia precedente il “via”.

La direzione gara, dopo un’ora di ritardo, convoca Michael Sweeney e Derek McGee per effettuare un’ispezione del tracciato.

Si intravede la luce in fondo al tunnel? No. Uno spettatore ferito nei pressi di Joeys interrompe la procedura, qualcuno lamenta che forse nell’attesa si stia esagerando con l’alcol e queste siano le conseguenze.

Alle 13.30 locali la direzione gara comunica la non facile decisione di annullare la Armoy Road Race.

Safety first, la sicurezza prima di tutto, è il motto che sempre deve guidare questi eventi.
Tom Weeden, qui esordiente, ha spiegato che le condizioni lo preoccupano e già stamattina aveva messo in discussione la propria partecipazione.

Fa arrabbiare sapere che ci siano state persone che abbiano esclamato “i piloti chiudano il becco e salgano in moto“, è evidente che siano fan dell’ultima ora. I postumi degli ultimi mesi sono vivi in ognuno di noi, una frase del genere sarebbe stata inconcepibile anche senza le ferite degli ultimi tempi. Qualcuno ha invece chiesto il rimborso del programma acquistato, 15€ spesi per un evento che non chiede altri biglietti…
Ho sempre pensato che il fantastico mondo delle corse su strada non avesse mele marce al suo interno, purtroppo non è così. Qualcuno che cerca “lo spettacolo del macabro” è arrivato qui.
Mi auguro che queste ore di attesa portino questi esseri ad occupare diversamente, ed in maniera più fruttuosa, le proprie misere vite.

Da parte mia un grande applauso alla direzione gara della Armoy Road Race, decidere di annullare l’evento non è facile, ma prendere tale decisione rispecchia il vero spirito di questo ambiente.
Arrivederci al prossimo anno.


Credits Road Racing Daily che ringraziamo.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply