MOTOLOGY

TANDRAGEE100 DEREK MCGEE MAN OF THE MEETING

MCGEE VINCE DUE GARE, MA È KNEEN A VINCERE IL MAIN EVENT DELLA TANDRAGEE100

La giornata di gare della Tandragee100 è arrivata. Come sempre intensa, non senza qualche imprevisto al limite dell’incredibile.

Assenti, purtroppo Paul Jordan, come vi avevamo detto ieri ha avuto un problema al motore e non ne aveva uno di scorta. Problema anche per Veronika Hankocyova, anche per lei il motore KO. Manca anche Daniel Mettam, ieri nella caduta ha fratturato il polso, un vero peccato non vederlo al via, dopo lo strabiliante esordio di settimana scorsa e le ottime prove ieri. Auguri di pronta guarigione!

Prima del via delle gare la direzione gara avvisa i piloti che i più lenti dovranno ritirarsi dopo il quarto giro, per evitare di essere di intralcio ai piloti di testa.

La giornata inizia subito con la McCrum’s Motorcycles Open race, praticamente i piloti battagliano con le superbike. Dalla pole scatta Derek Sheils, affiancato da Derek McGee e Dan Kneen. Al via si confermano i tre uomini davanti; Sheils e McGee iniziano, di nuovo, a battagliare, McGee ha la meglio nel corso del secondo giro; non prende margine ma tiene testa al portacolori del team BE Cookstwon Racing. Proseguono affiancati, con Kneen che li scruta. Un pilota lento, all’ultima curva dell’ultimo giro è però da intralcio, ne approfitta al volo Derek Sheils che vince la McCrum’s Motorcycles Open race, assolutamente contrariato Derek McGee secondo. Terzo Dan Kneen che sul tracciato di Tandragee dà, come sempre, spettacolo. Quarto William Dunlop precede Shaun Anderson, Michael Sweeney e Davey Todd e Adam McLean. Ritiro durante il terzo giro per il nostro portacolori Enrico Rocchi.

La Principle Insurance Junior Support race è la seconda gara in programma. Caratterizzata èurtroppo da due interruzioni. La prima bandiera rossa per la caduta, sul traguardo del secondo giro, fortunatamente senza conseguenze, di David Graham. Sul tracciato irrompe un’autovettura e si sfiora la tragedia. Dopo un’attesa di oltre mezz’ora si riprende, ma a Castle Corner una caduta cinvolge quattro piloti. Uno di essi viene portato in ospedale con l’eliambulanza, la direzione gara fa sapere che nessuno è in pericolo. Si pulisce la strada ma la gara viene al momento cancellata.

Terza gara del programma la CVRS Media Supersport, dove in pole c’è ancora Derek Sheils e la sua R6, in prima fila Derek McGee e Michael Sweeney, sei giri previsti. Al via è McGee ad avere lo spunto migliore, impone subito il suo ritmo su Sheils, Sweeney, Dunlop e McLean che lo seguono. Alle loro spalle risale Adam McLean. Non c’è storia in questa gara, McGee è inarrivabile e guadagna un secondo ad ogni giro, la lotta è per i restanti gradini del podio, mentre McLean risale e si porta in seconda posizione, ma in ritardo di oltre nove secondi a due giri dalla fine. Derek McGee vince la CVRS Media Supersport race, sul podio con lui Adam McLean e William Dunlop. Seguono Michael Sweeney, Derek Sheils e Joe Loughlin. Ottavo Darryl Tweed, dodicesimo Darren Cooper seguito da Rhys Hardisty.

È il momento della Millside Eng/R Heatrick/W McCombe/Woolsey Concrete Race, dedicata alle moto classiche. Cinque giri previsti ma non prende il via il poleman Robert McCrum che ieri è stato il più veloce in assoluto. Al via è Jamie O’Brien che scatta meglio e si porta al comando, il suo vantaggio di Mark Parrett è oltre due secondi già alla fine del primo giro, stesso ritardo per Dean Stimpson. Il colpo di scena nel secondo passaggio, perché O’Brien perde alcune posizioni, forse un problema tecnico e scivola al sesto posto, sale al comando Parrett, tallonato da Stimpson. John Pemberton ha un ritardo di cinque secondi dal leader di gara. Nel corso del terzo giro Stimpson ha la meglio su Parrett e si porta al comando della gara, prendendo subito ampio margine. Dean Stimpson vince la Millside Eng/R Heatrick/W McCombe/Woolsey Concrete Race. Mark Parrett e John Permberton chiudono il podio, tutti e tre in sella alla 500cc. Nella categoria 350cc il vincitore è Barry Davidson, la 250cc vede Brian Mateer vincere e nella 1000cc è Trevor Stewart davanti a tutti.

La quinta gara del programma è la Tayto Supertwin/CVRS Media Supermono/ Magee Plumbing 250cc GP race, con cinque giri da percorrere. Al via dalla pole Derek McGee scatta alla perfezione ed impone subito la sua andatura ad Adam McLean e Davey Todd, i tre sono però distaccati, rispettivamente ad un secondo ed a sei secondi. McLean, come ci ha già abituati settimana scorsa, recupera il suo ritardo e nel corso del terzo giro si porta al comando. Inizia quindi la battaglia per il gradino più alto del podio. McGee restituisce il favore e torna al comando al passaggio successivo, chiudendo ogni porta a McLean un giro alla bandiera a scacchi, risultato finale imprevedibile. Intanto un problema tecnico per Todd che perde numerose posizioni. Derek McGee vince la Tayto Supertwin/CVRS Media Supermono/ Magee Plumbing 250cc GP race, con un vantaggio di 0.921s su Adam McLean, podio per Shaun Anderson (iscritto alla categoria Supermono). Seguono Darren Cooper, ottimo il suo debutto qui, James Chawke e Neil Kernohan.

Terz’ultima gara di oggi è la Citys Auto Moto 3/Groucho’s Portadown Recycling LWSS/Downshire Coaches F/ERA anche per loro cinque i giri da percorrere. In pole nella Moto 3 Derek McGee sulla moto con i colori del Joey’s bar, ma non prende il via! Perdiamo la sfida con Adam McLean. Il via dopo dieci minuti rispetto al programma per permettere il recupero delle moto lungo il tracciato ed ai residenti di potersi spostare. Al via McLean si porta facilmente al comando su Paul Robinson e Stephen Morrison, quest’ultimo in sella alla Lightweight Supersport. Il colpo di scena subito nel corso del secondo giro perché una scivolata a Cooley Hill McLean, Robinson passa la comando. Alle sue spalle però è risalito Darryl Tweed, a poco più di due secondi dalla vetta, seguito da Gareth Keys e Morrison e Joe Loughlin. Come prevedibile Tweed si porta al comando, mentre Loughlin ha la meglio su Morrison. Nel corso del quarto giro però viene esposta la bandiera rossa e la gara interrotta. Il motivo ha dell’incredibile, ma un cane è sfuggito ai padroni e corre lungo il tracciato. La gara viene dichiarata concluse. Vince Paul Robinson davanti a Joe Loughlin e Darryl Tweed.

Si va alla settimana gara, la Woods SuperValu Senior Support race, cinque i giri in programma. Michael Browne subito impone un’andatura forsennata, cinque secondi su Wayne Sheehan che lo “segue” e William Hara in ritardo di altri sette secondi. La gara si conclude così, con la vittoria di Browne su Sheehan e Hara. Nel frattempo la direzione gara annuncia il recupero della Principle Insurance Junior Support race.

Tocca però al main event, la Around a Pound Tandragee100. Derek Sheils è in pole, con lui ancora una volta in prima fila Derek McGee e Dan Kneen. Sei giri da percorrere, anziché sette. Al via Sheils di nuovo fulmineo mantiene la posizione davanti a McGee. Alle sue spalle ottima partenza di Michael Sweeney che ha la meglio su Kneen, i primi tre sono chiusi in sette decimi di secondo. Seguono Davey Todd, William Dunlop e Adam McLean. Nel corso del terzo giro scivolano a Bells Cross Dunlop e Todd, nessun problema per loro. Come previsto la gara è accesa, al comando nel quarto giro si porta McGee, mentre Kneen ha la meglio sull’x compagno di quadra Sweeney. I primi quattro ancora racchiusi in sette decimi. Il quinto giro vede Kneen salire in seconda posizione, ai danni di Sheils, che adesso deve fare attenzione a Sweeney. Sul finale Dan Kneen vince la Araound a Pund Tandragee100 race, il suo vantaggio su Derek McGee è pari a mezzo secondo. Derek Sheils chiude il podio, seguito da Michael Sweeney, Adam McLean e Thomas Maxwell.

Il recupero della Principle Insurance Junior Support race, con tre giri, chiude la giornata di gare. Barry Sheehan scatta meglio e si porta davanti a Wayne Sheehan e Stephen Morrison, in ritardo però dalla testa della corsa di due secondi e sette decimi. Al secondo passaggio si scambiano le posizioni fra Wayne e Barry. È Wayne Sheehan a vincere la Principle Insurance Junior Support race, alle sue spalle Barry Sheehan e Stephen Morrison.

La Tandragee100 saluta così la sua 58° edizione. Derek McGee sicuramente si candida alla lotta per il gradino più alto del podio insieme a Derek Sheils. Una grande giornata che ha regalato spettacolo ai presenti.

Un augurio di pronta guarigione ai piloti infortunati!

Qui potrete consultare i risultati di tutte le prove e gare della Tandragee100.

Credits Road Raing Daily che ringraziamo.


Notice: Undefined variable: user_ID in /home/tidirium/public_html/motology.it/wp-content/themes/gameday/comments.php on line 48

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply