MOTOLOGY

SOUTHERN100, SI TORNA SULL’ISOLA DI MAN E DEAN HARRISON VINCE LA PRIMA GARA DELLA CLASSE 1000 MENTRE A CONOR CUMMINS LA VITTORIA NELLA 600CC

 

 

Dean-Harrison-Southern100-1

Dopo il main event quale è il Tourist Trophy l’Isola di Man torna ad ospitare una delle road race più affascinanti, che ogni anno regala emozioni uniche, che non hanno nulla da invidiare al TT, la Southern100, che giunge quest’anno alla sua 59a edizione.

 

Lungo le 4,25 miglia del tracciato del Billown circuit, a sud di Douglas, è ripresa la sfida fra Michael Dunlop, reduce dai successi del TT; Guy Martin, che predilige il percorso e lo annovera in cima alla lista dei preferiti e Dean Harrison, per la prima volta sul podio nella classe Lightweight al TT. Presenti fra gli altri anche Dan Knen, che sta consolidando la propria esperienza nelle National irlandesi; James Cowton e Ivan Lintin, già protagonisti alla North West200 ed al TT.

 

Le prove di ieri hanno visto Dean Harrison primeggiare, nella classe 1000, su Michael Dunlop, Guy Martin, Dan Kneen e Ivan Lintin. Stessa cosa nella classe 600, Dean ha preceduto Martin e Kneen. In questa classe noi italiani dobbiamo supportare Davide Ansaldi, presente anche quest’anno, che segna un buon 25° tempo.

 

La prima gara è la Corlett’s Trophies 600/1000cc che ha visto Michael Dunlop scattare dalla pole position, sei i giri previsti. Subito al via è Dean Harrison a scattare bene ed a portarsi al comando, portando con se Guy Martin e solo terzo Michael Dunlop, su BMW. La leadership del giovane pilota di casa Martrain Racing si consolida ad ogni passaggio, nulla possono Guy Martin e Michael Dunlop, più attardato e la vittoria va proprio a Dean Harrison. Quarta posizione per Dan Kneen, quattordicesima posizione per il team owner Paul Shoesmith.

 

Nella classe 600 il gradino più alto del podio è per Conor Cummins, che ha stabilito il nuovo giro record del tracciato con la media di 108.2mph; con lui sul podio l’esordiente Malachi Mitchell-Thomas, che si prepara ad esordire al Manx GP ad agosto, terzo gradino del podio per Roy Richardson.

 

Assente William Dunlop, che nonostante la partecipazione alla Kells Road Race ha deciso di ritirare la propria iscrizione, l’impegno fisico richiesto in questo caso sarebbe stato maggiore rispetto alla “piccola” National irlandese, l’impossibilità di potersi muovere in sella come solito non avrebbe garantito le prestazioni che il team Tyco merita (e che William ricerca). Assente anche Jamie Hamilton in seguito alla caduta nel corso della Kells Road Races ha riportato al frattura del bacino, di una costola ed una frattura dello sterno, le sue condizioni di salute non destano preoccupazione e lo stesso Jamie ha rassicurato i sostenitori tramite le pagine dei social network.

 

[wzslider]

 

Le foto sono di Martyn Wilson che ringraziamo.

 

One Comment

  1. Pingback: Road Racing 2014 - Pagina 12 - Forum Motori.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply