MOTOLOGY

TANDRAGEE100 IN MEMORIA DI NOEL MURPHY

001

LA FAMIGLIA CHIEDE CHE NON SI CANCELLI LA MANIFESTAZIONE, ALCUNI PILOTI SCELGONO DI NON CORRERE ALTRI OMAGGIANO GAREGGIANDO IL PILOTA SCOMPARSO

Il mondo delle due ruote si sa, può essere pericoloso; gli inglesi lo ricordano all’ingresso di ogni circuito “mortorcycle sports can be dangerous” (gli sport motociclistici posso essere pericolosi), ma ogni qual volta attendiamo un weekend di gare o varchiamo i cancelli non pensiamo a questo, anche per esorcizzare la paura..e poi ci sono giornate come quella di ieri. Giornate in cui una festa vede i sorrisi trasformarsi in lacrime. Dall’inizio dell’anno è la terza volta che mi ritrovo a dover dedicare un pensiero ad una persona che non c’è più, a dover fare i conti con un vuoto che in qualche modo mi appartiene. Quando vi racconto delle gare cerco di parlare di tutti i protagonisti, facendo in modo che le classifiche vengano pubblicate per intero, perché chiunque deve essere conosciuto e rispettato. I genitori di Noel “Smurff” Murphy hanno chiesto che la Tandragee100 non venisse annullata, che si rendesse subito omaggio alla passione che li aveva portati lì. Questo è il mio modo per rendergli omaggio.

Dopo l’anticipo di venerdì sera ad aprire la giornata è la Supersport 600cc Race by Emerald Road Racing Magazine, in pole position parte William Dunlop ma al via perde subito due posizioni in favore di Keith Amor e Derek McGee, alle sue spalle distanziati il terzetto Sam Wilson, Dan Kneen e Michael Sweeney. Al secondo dei sei giri previsti il podio virtuale resta invariato, mentre Kneen sale in quarta posizione sale dall’ottava alla sesta posizione Connor Behan. Al terzo giro perde qualche decimo Dunlop, ma recupera ed al passaggio successivo conquista la seconda posizione provvisoria a due decimi dal leader Amor. Giro cinque e al comando c’è il maggiore di casa Dunlop, mentre quinto c’è ora Behan. Sul finire del giro Kneen si ferma a Castel Corner per problemi tecnici sulla sua Suzuki. La vittoria finale va a William Dunlop, seguito da Keith Amor, Derek McGee, Connor Behan e Jamie Hamilton. Di seguito la classifica completa.

002

Seconda gara della giornata, la Junior Support Race for 201-400cc by Portadown Recycling Ltd, dalla pole position parte Derek Costello, vincitore a Cookstown nella Supertwin race B, che scatta bene e mantiene la testa della corsa senza troppi problemi. Alle sue spalle si alternano ad ogni giro Mick Jordan, Noel Bertram e Tommy Henry. Il podio finale è Derek Costello vincitore, Tommy Henry e Mick Jordan. Le bandiere rosse vengono esposte proprio contemporaneamente alla bandiera a scacchi per i primi. L’attesa è lunga finchè non giunge la triste notizia. Di seguito la classifica.

003

La direzione gara vorrebbe sospendere la manifestazione, ma con una grande forza d’animo è il padre di Noel a chiedere che si prosegua. Alcuni piloti decidono subito di lasciare la competizione, consapevoli dello shock subito, altri tornano in sella per rendere subito il proprio tributo altri decidono nel corso del pomeriggio. Nessun pilota si è trovato di fronte ad una “scelta” facile, il rispetto va verso tutti. Tutte le gare vengono comunque ridotte ad un massimo di tre giri.

Si riprende anticipando la main race, la Around A Pound Tandragee 100 Senior Open Race, più della metà dei pilori iscritti decide di non prendere il via, fra questi William Dunlop, Jamie Hamilton, Derek McGee, Keith Amor, Ryan Farquhar, Mark Hanna e Seamus Elliott. Al via scatta bene Dan Kneen, che comanda la gara sul terzetto composto da Shaun Anderson, Michael Sweeney e Davy Morgan. Poco prima del traguardo Morgan beffa Sweeney e conquista il podio. L’ordine di arrivo.

004

La quinta gara è la Phillip Riddell Memorial Classic Championship Race by 21st Century Backcare, riservata alle moto d’epoca. Anche in questo caso alcuni piloti decidono di non schierarsi, torna in griglia Farquhar che in sella alla Paton 499 – Winfield Gears conquista la vittoria numero 200 in carriera, alle sue spalle Robert McCrum su Norton Weslake 950 – ATH e Gary Jamison su Honda 500.

005

Sesta gara è la “mista” Moto3 e 400 Support, City Autos Moto 3, Groucho’s SS400 & Warde Groupage Moto 450, più la 450cc singles Race by Trevor Warde Groupage che vede schierato però il solo Ryan Farquhar. Farquhar è il leader assoluto di gara,; nella classe Moto (125GP) il podio è formato da Paul Robinson, Paul Jordan e Nigel Moore. Per la Support invece Anthony McColgan, Paul Maguire e Brian Loughlin. Sesta posizione per Yvonne Montgomery. La classifica finale.

006

La giornata si avvia quasi alla conclusione con la  Tandragee Centra Irish Championship Senior Support Race for 401cc – 750cc, dei ventiquattro piloti qualificati in dieci non prendono comprensibilmente il via. Il podio finale non vede una battaglia vera a propria fra Tom Robinson, Neil Lyons e Rodney Little, troppo distanti. I tre concludono così la gara. L’ordine di arrivo completo.

007

La 650cc twins race by Tayto NI Ltd / 250cc GP Championship sponsored by Sally McNally’s conclude la triste giornata a Tandragee, vincitore nella classe 250GP Michael Sweeney mentre Connor Behan sul gradino più alto nella classe Supertwins.

008

Non esistono piloti di serie A e piloti di serie B, sper di aver reso omaggio, nel mio piccolo, nel solo modo che mi è congegnale. May you rest in peace Noel.

Le gare nazionali prendono una pausa per lasciare spazio alla North West200 ed al Tourist Trophy, il prossimo appuntamento sarà il 27-28 giugno per la Bush Road Race.

Martin Bayley si unisce a noi, con questa foto, nel ricordare un amico. Lo ringraziamo per il pensiero.

One Comment

  1. Pingback: Road Racing 2014 - Pagina 8 - Forum Motori.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply