MOTOLOGY

SKERRIES100: DOMINIO DEI FRATELLI DUNLOP

William Dunlop in azione

Michael Dunlop in azione

SKERRIES100: MICHAEL E WILLIAM DUNLOP SI CONTENDONO LE CATEGORIE, BENE JAMIE HAMILTON E DAVIDE ANSALDI

Il campionato nazionale è ripreso settimana scorsa, finalmente il meteo non ha fatto da padrone con temporali e grandinate come visto in tutte le manifestazioni svoltesi fino ad ora (Cookswton100, Tandragee100, North West200 e Tourist Trophy, nella sua settimana di prove nda).

Al via i più attesi sono stati senza dubbio, come sempre, i fratelli Dunlop. Michael nella prima apparizione dopo i successi al Tourist Trophy e William determinato a portare avanti il lavoro sulle sue moto e a sconfiggere il “fantasma” dell’infortunio alla spalla rimediato lo scorso anno. Per lui però niente Superbike, il team Milwaukee solo nei giorni scorsi ha confermato la partecipazione alla prossima road race ad Armoy.

Come da titolo sono stati Michael e William Dunlop a porre il proprio nome fra i vincitori della manifestazione. Michael ha dominato la gara iniziale, la Open race, davanti a Derek Sheils, Davy Morgan, William Dunlop e Jamie Hamilton. Shaun Anderson è stato vittima di una caduta, durante la Open race, che ha causato la red flag, ma per fortuna nessuna conseguenza grave per il pilota.

Michael Dunlop ha stabilito il nuovo record sul giro nella Grand Final race, davanti a Derek Sheils e Michael Pearson, Davy Morgan e Jamie Hamilton. La Open race B ha visto invece trionfare il simpaticissimo pilota ceco Michal Dokoupil su David Coughlan e Paul Barron.

Nella classe Supersport i supporter accorsi hanno potuto godere della spettacolare lotta fra Michael e William, con quest’ultimo al via dalla pole position ma beffato subito dal fratello. Il finale tutt’altro che scontato quello della categoria con alla fine il più grande dei Dunlop sul gradino più alto del podio con un margine di 5 centesimi di secondo su Michael, il ventiquattrenne si è potuto consolare con un altro record sul giro, 118.15mph. il resto della classifica ha visto Derek McGee precedere Michael Pearson, Michael Sweeney e Jamie Hamilton. Altra vittoria per William Dunlop nella classe 250, davanti a Davy Morgan e Michael Sweeney. Nessuna replica nella classe 125 a causa di un ritiro dovuto ad un guasto tecnico alla fine del primo giro, in tal caso sul gradino più alto Seamus Elliott, rivale di sempre in questa categoria davanti a Bruce Moulds, Nigel Moore e Sam Dunlop.

Nessuna sorpresa nella categoria Supertwin, vincitore l’erede di Ryan Farquhar, dopo l’esperienza internazionale al TT torna sul gradino più alto Jamie Hamilton dopo  aver dominato la gara fin dal via, ma tallonato da Michael Sweeney e Andrew Farrell. Al Finnegans corner l’incidente fra Derek Costello e William Davison ha coinvolto anche Davy Morgan fortunatamente nessun problema per loro.

Nella Senior Support nessuna sorpresa fra i protagonisti, questa volta il vincitore  è stato Shane Egan davanti a Connor Behan, James Kelly e Gavin Lupton.

La Junior Support ha invece visto Mark Hanna vincere su Behan, Egan e Lupton.

Molto bene il nostro portacolori nelle road races Davide Ansaldi! il simpaticissimo pilota di Mondovì ha finalmente chiuso con i problemi al motore alla Cookstow100 ed alla Tandragee100 e poi elettronici durante la,seppur breve, North West200. Già il mese scorso durante la manifestazione a Jurby sono arrivate le prime soddisfazioni per il binomio Davide-R6! A lui il nostro bravo! Ed il nostro sostegno!

Ancora una volta un lavoro eccellente quello degli organizzatori delle manifestazioni road racing, il Loughshinny Motorcycle club è già all’opera per accogliere l’ultima gara del campionato, a settembre, lungo il tracciato di Killalane.

Maria Costello fra le curve di Skerries

Maria Costello fra le curve di Skerries

William Dunlop al comando sul fratello Michael

William Dunlop al comando sul fratello Michael

Le foto di Michael Dunlop e Maria Costello in azione sono di Jonathan Sweeny; la foto di William Dunlop al comando su Michael Dunlop è di Adrian Crawley che ringrazio  per la collaborazione.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply