MOTOLOGY

Motology intervista Dominique Aegerter: mi piace la puntualità

Motology_interview_Dominique_Aegerter

 

Motology_interview_Dominique_Aegerter

E’ in arrivo da Sector la linea di orologi e gioielli dedicata a Dominique Aegerter: il pilota svizzero ce ne parla in esclusiva

Ore 12: appuntamento con Dominique Aegerter presso il negozio Sector di Milano. L’occasione: quella di presentarci il nuovissimo orologio a lui dedicato dal brand italiano già in pista, e al polso, di Jorge Lorenzo.

Ore 12,10 di Aegerter neanche l’ombra. Strano, pensiamo, solitamente gli Svizzeri sono riconosciuti per la loro puntualità!

E  mentre cogli l’occasione per dare un’occhiata alle lucenti vetrine del negozio Sector/Morellato, arriva sms che ci avverte: “Ci siamo quasi, abbiamo trovato traffico“. Poco male, pausa caffè e si aspetta. Ma un attimo dopo, eccolo lì con borsa del casco sottobraccio e sorriso d’ordinanza.

Scusa, abbiamo trovato traffico” si scusa Dominique che, dopo averci mostrato in anteprima il prototipo di quello che sarà l’orologio Sector a lui dedicato, si prepara per la chiacchierata.

Cappellino sistemato, casco in bella mostra e sfondo con l’ultima collezione Sector, quella colorata e giovane, perfetta per la bella stagione in arrivo.

A proposito di stagione passiamo subito alle domande che, in vista del GP d’Italia al Mugello, vertono proprio sull’argomento.

Dominique, al momento sei quarto nel campionato di Moto2 con un bel distacco da Rabat. Alla luce delle ancora tante gare in programma, pensi di riuscire a raggiungerlo?

(ride) Si, sono ancora in target per riuscirci. Abbiamo fatto 5 gare e ne abbiamo ancora un pò da fare. Peccato per il Qatar dove ho terminato con 0 punti; poi ho conquistato due podi con un terzo posto e un secondo, ma ho in programma di sfruttare al meglio questo week end per avvicinarmi ulteriormente a lui.

La classifica degli inseguitori è abbastanza ravvicinata. Chi è l’avversario che ti preoccupa maggiormente?

E’ difficile da dire. In questo campionato ci sono Kallio e Rabat che sono veloci, costanti e sempre là davanti, ma anche Vinales e Salom sono da tenere d’occhio.

E Corsi? Se non sbaglio hai un solo punto di vantaggio su di lui.

Si certo anche lui. Ma sai è difficile dire chi mi preoccupa maggiormente perché in Moto2 possono stare davanti 10 – 15 piloti ; l’importante è cercare di qualificarsi bene anche se lì i tempi sono sempre molto vicini. Ma comunque penso di potermela giocare. Punterò al podio.

Podio al Mugello? Cosa ne pensi del tracciato, ti piace?

Si, mi piace. E’ una pista difficile con molte chicane, tratti lunghi e punti larghi dove aprire e chiudere il gas. Bella, mi piace.

Guidi una Suter da un pò di stagioni: come ti trovi con questa moto?

Si guido la Suter fin dal mio esordio in Moto2, ma nell’ultima gara abbiamo avuto qualche problema di settaggio della moto che mi ha impedito di lottare per il podio. Ma comunque penso che sia una buona moto e che insieme si possa fare un buon campionato.

Come ti pepati per le gare?

Mi piacciono gli sport in generale e ne faccio parecchi, ma appena possibile mi dedico al motocross e al  supermotard.

Parliamo adesso del tuo orologio. Cosa hai chiesto a Sector in fase di progettazione dello stesso? Come dev’essere (e come sarà) il tuo orologio?

Eccolo! (ci mostra il prototipo che ha al polso e ride, ndr). Innanzitutto sono molto contento di avere questa sponsorizzazione con Sector che, addirittura, realizzerà il mio orologio. Insieme abbiamo pensato ad un orologio sportivo, ma nello stesso tempo elegante che … segni sempre l’ora giusta, always the right time! (ride di nuovo, ndr)

Mi fa strano parlare di tempo ad un pilota … voi vivete con i decimi di secondo incollati! Che cosa rappresenta per te il tempo?

Beh il tempo è importante, poi sai noi siamo mentalizzati al racing e quindi lì il tempo è fondamentale; per noi tempo vuol dire: qualifiche, crono, velocità. Ma anche nella vita di tutti i giorni cerco di dare al tempo la giusta misura.

Cosa fai nel tuo tempo libero?

Mi piace dedicarmi allo sport e uscire con gli amici; ma quando ho dei week end liberi dalle gare prendo la mia moto da cross o il mio motard e raggiungo gli amici, anche qui in Italia.

Sei puntuale?

Di solito si (e si fa un gran risata), ma oggi c’era traffico.

 😉

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply