MOTOLOGY

Attacco mondiale di Pedrosa, vittorioso ad Aragón

podio2012_Aragon_motology

Che fosse una questione a due lo si sapeva fin dall’inizio e, infatti, i due spagnoli alla testa del Campionato di MotoGp non si sono smentiti.

Nel Gp di Aragón, circuito di casa per entrambi, Daniel Pedrosa e Jorge Lorenzo si sono dati battaglia fin dai primi giri con il pilota Honda Repsol che, a 4 gare dal termine del Campionato, recupera punti sul leader della classifica portandosi, ora, a -33.

La gara è cominciata in tranquillità, con tutti i piloti confermati nelle posizioni di partenza; Rossi ha un contatto con Rea, va dritto in staccata e rientra in pista in ultima posizione con ben 11 secondi di distacco dalla vetta.

Poco dopo è il turno di Nicky Hayden che, in sella alla sua Ducati, va lungo e finisce contro i cartelloni degli sponsor che lo fanno volare fuori circuito; per lui nessuna conseguenza, ma la giornata per il suo Team non sembra delle migliori. Dopo Hayden cade anche Stefan Bradl mentre al comando continua il duello Lorenzo/Pedrosa, con Spies, Dovizioso e Crutchlow a lottare per il terzo gradino del podio.

A 17 giri dal termine Pedrosa passa Lorenzo e passa agevolmente al comando con 6 secondi di distacco dal terzo.

La M1 di Lorenzo si trasforma in “cavallo pazzo” che lo spagnolo riesce, però, a domare senza cadere ma regalando ulteriore terreno al rivale targato Honda Repsol.

Intanto nelle retrovie Rossi sembra quello di un tempo grazie ad una rimonta dall’ultima all’ottava posizione.

Con Pedrosa saldamente al comando si guarda, ora, alla lotta per il terzo posto che vede Dovizioso passare Crutchlow e lanciarsi all’inseguimento di Spies, ancora alla ricerca della prima top3 stagionale.

Avrà la meglio proprio Andrea Dovizios che concluderà la sua gara in terza posizione, dietro gli spagnoli Pedrosa e Lorenzo.

Crutchlow, Spies e Bautista completano la top6, mentre Jonathan Rea finisce con un buon settimo posto davanti a Rossi.

In CRT è ormai palese il dominio delle Power Electronic Aspar di Espargaró e De Puniet che rifilano ben 14 secondi a Barberá (Pramac Racing) solo 11º, e 16 alla FTR Kawasaki di Yonny Hernandez. Finiscono a punti anche Ellison e Pirro mentre Edwards è costretto al ritiro a pochi giri dal termine.

Per l’attacco alla leadership del Campionato, Pedrosa conta, adesso, sull’aiuto di Stoner che rientrerà a partire dalla prossima gara. Noi non ci giureremmo, ma se ben conosciamo Casey Stoner, crediamo che correrà sempre al massimo, ma solo per se stesso.

Staremo a vedere.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply