Notice: Trying to get property of non-object in /home/tidirium/public_html/motology.it/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-utils.php on line 26
MOTOLOGY

Guardrail salva motociclisti: qualcosa si muove

Guardrail_salva_moto_1

Ad un anno di distanza dall’approvazione del decreto che tutela i motociclisti dai guardrail killer, vediamo a che punto siamo

La prima approvazione di una risoluzione in merito ai guardrail killer  per chi va in moto, reca la firma di Michele Dell’Orco, deputato del Movimento 5 Stelle, nonchè, da buon Modenese, motociclista.

La questione all’ordine del giorno riguarda gli attuali guardarail presenti sulle strade italiane: gli stessi risulterebbero, infatti, pericolosissimi (da qui l’aggettivo “killer“) per i motociclisti; la richiesta è che vengano adeguati in maniera tale che l’utente su due ruote possa garantirsi un minino di sicurezza in caso di scivolata.

Oggi, a distanza di un anno dall’approvazione della risoluzione presentata dal deputato Dell’Orco, i suoi colleghi del Movimento 5 Stelle ci informano che: “Finalmente, a un anno di distanza dall’approvazione della nostra risoluzione a favore dei guardrail salva motociclisti, qualcosa si muove. L’iter ministeriale previsto sembra però essere ancora lungo, per cui faremo pressione affinché i tempi siano quanto più celeri al fine di garantire la sicurezza stradale dei cittadini“.

Il Ministero dei Trasporti avrebbe, infatti, preparato un decreto contenente le specifiche tecniche relative all’installazione dei guardrail salva motociclisti. L’unico ostacolo all’attuazione del decreto sembra essere l’iter legislativo che, in questo caso, conterebbe in 6 i mesi per la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dello stesso, così come affermato dall’ ingegnere Luciano Marasco, dell’Area Sicurezza e protezione degli utenti della strada del dicastero dei Trasporti. A questi andranno, presumibilmente, aggiunti ulteriori giorni (non meglio quantificati) per l’attuazione vera e propria del decreto.

“Abbiamo già dovuto aspettare un anno, non vorremmo che ne trascorra un altro senza giungere a risultati concreti” commentano i Deputati del Movimento 5 Stelle che proseguono: ” La sicurezza degli utenti della strada, e dei motociclisti in particolare, deve essere garantita. Cosa che al momento, non avviene. In conclusione, ricordiamo che in base alla normativa attuale i guardrail hanno superato il crash test solo per automobili e autotreni. Questo vuoto, prima normativo e poi infrastrutturale, va colmato il prima possibile”.

Non possiamo che unirci all’appello per una rapida risoluzione in direzione della sicurezza di chi va in moto. L’adeguamento dei guardrail killer in guardrail salva motociclisti è, di certo, un atto dovuto a garanzia della prevenzione delle cosiddette C.I.I.N (conseguenze di imprudenza, imperizia, negligenza) la cui spesa, in Italia, è pari a 0,9 Euro pro capite mentre nel resto d’Europa si giunge, in media, ad una quota di 10 euro per cittadino con picchi, in alcuni Stati, che raggiungono i 30 Euro.

Attendiamo buone notizie dal Ministero dei Trasporti.

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply