MOTOLOGY

FOCUS ON JAKUB SMRZ

BUON COMPLEANNO KUBA SMRZ!

Nome: Jakub Kuba Smrz
Nazionalità: ceca
Nato a: České Budějovice
Data: 7 aprile 1983 (35 anni)

Quest’anno corre nel Bennetts British Superbike Championship

Team: PR Racing Lloyd & Jones Bowker Motorrad BMW
Moto: BMW S1000RR

BSB

Stagioni corse: 2012>2018

Gare corse: 117

MONDIALE SUPERBIKE

Stagioni corse: 2007>2012

Gare corse: 152

MOTOMONDIALE

Stagioni corse: 1998>2006

Gare corse: 93

CARRIERA

Jakub Smrz fa il suo esordio nel mondo delle due ruote all’età di quindici anni, quando prende parte al MEZ 125 Championship, campionato nazionale. Vi partecipa dal ’97 al 2000, vincendo tre titoli. Nel 1998 fa il suo esordio nel Motomondiale, nella gara di casa, a Brno, come wild card. Ripete l’esperienza l’anno successivo, ma come la volta precedente non ottiene punti. Andrà meglio due anni dopo, quando chiude in undicesima posizione.

Nel 2001 prende parte all’intera stagione della classe 125cc, conclusa al diciassettesimo posto.

Il 2002 lo vede iniziare la stagione sempre nella 125cc con Honda. Fa il salto di categoria, l’allora 250cc, che disputa con continuità dal 2003 al 2006. Nell’ultima stagione in sella alla Aprila RSV 250 del team Cardion AB Motoracing conquista il miglior risultato, dodicesimo, nella 250cc.

Dal 2007 al 2011 prende parte al WSBK. Il suo esordio avviene con il team Caracchi Ducati SC, in sella alla Ducati 999 F05. L’anno dopo e nel 2009, sempre in sella a Ducati, la 1098 RS, ma con il team Guandalini Racing.

Il 2010 lo vede cambiare squadra, Pata B&G Racing, ancora con Ducati, ma dal Gran Premio il team passa ad Aprilia RSV4 Factory, in sella alla quale conclude quarto nel Gran Premio di Imola.

Nel 2011 cambia ancora team, per di tornare in sella alla Ducati, questa volta veste i colori del team Effenbert – Liberty Racing. Insieme saliranno sul secondo gradino del podio quattro volte, nelle gare sul tracciato di Donington Park ed al Miller Motorsports Park.

Il 2012 è l’anno della svolta. Inizia la stagione sempre con il team Effenbert che lo licenzia però, nonostante il podio sul tracciato di Silverstone. Emblematico, per me che scrivo, il suo commento nel paddock di Monza dopo le non-gare di quel giorno “scusateci per questa domenica c*lo” (se avete memoria saprete a cosa facesse riferimento).

Viene chiamato dal team Aprilia Splitlath per disputare gli ultimi tre round nel MCE British Superbike, in sostituzione dei piloti inizialmente ingaggiati (Florian Marino e John Laverty). Conquista comunque otto punti, con dodicesimo posto in gara 2 a Silverstone come miglior risultato. I due avrebbero dovuto correre insieme l’anno successivo, ma il team si è ritirato prima dell’inizio del campionato.

Inizia così un nuovo capitolo della sua carriera.

Nel 2013 prosegue la carriera nel BSB, con il team Padgett’s e la Honda. Con il team di Clive Padgett il miglior risultato stagionale è il sesto posto in gara 1 sul tracciato di Assen. Chiude la stagione con 82 punti.

Nel 2014 fa il suo ritorno in sella alla Ducati del team Motorapido Lloyds British. Il miglior risultato insieme sarà il sesto posto in gara 1 sul tracciato di Thruxton. Anche questa stagione la conclude con 82 punti.

Il 2015 è un anno burrascoso. Inizia la stagione sempre con Moto Rapido Ducati, ma i ritiri ed un infortunio fanno concludere l’accordo dopo i primi tre round. Viene chiamato allora da Shaun Muir per correre con Milwaukee Yamaha gli ultimi tre round del campionato. Subito a punti in gara 2 ad Assen, il miglior risultato è il nono posto in gara 3 a Brands Hatch. I punti a fine stagione sono trenta, tutti ottenuti in sella alla nuova R1.

Nel 2016 cambia ancora team e moto, questa volta con Smiths Racing in sella alla BMW S1000RR. I risultati sono altalenanti, il miglior piazzamento è il nono posto in gara 2 a Thruxton. Chiude il campionato con 48 punti.

Nel 2017 cambia team e firma con PR Racing, sempre con BMW S1000RR. Il suo miglior risultato è il quinto posto a Silverstone, in gara 3. La stagione lo vede con un totale di 65 punti.

Per questa stagione prosegue con il team PR Racing. A Donington Park, il primo round, non ha preso parte alla prima gara, causa caduta avvenuta al mattino. Un ritiro al nono giro non gli ha fatto vedere la bandiera a scacchi in gara 2.

Jakub Smrz è una presenza importante nel paddock, non solo per la sua esperienza, ma anche per la sua disponibilità con i tifosi. Sempre prono alla battuta e concentrato in pista. Buon compleanno Kuba!

Credits Martyn Wilson per Pitlane Photography che ringraziamo

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply