MOTOLOGY

BSB 2013: CLASSIFICA DI CAMPIONATO DOPO LA TAPPA SCOZZESE A KNOCKHILL

001

BRITISH SUPERBIKE: ECCO COME CAMBIA LA CLASSIFICA DEL CAMPIONATO DOPO IL QUARTO ROUND, BYRNE DI NUOVO IN TESTA

Il quarto round del campionato nazionale inglese ha rivisto “i soliti noti” nelle posizioni i testa, ma ha anche portato alla luce volti che  da tempo si aspettava di rivedere nelle posizioni alte della classifica. Analizzando le tre giornate, fra prove e gare, l’ultimo tornantino, Hairpin, è stato una bilancia sui risultati finali, tante le cadute in questo tratto.
Shane Byrne, ha affrontato questo round con il pensiero rivolto alla moglie Petra, ma probabilmente il legame fra i due gli ha consentito di rimanere concentrato sulle gare. Ha studiato per bene Brookes nel corso di gara 1 e solo alla fine ha sferrato un attacco perfetto; in gara due ha preso subito il comando senza lasciare speranza agli altri. Non ci si meraviglia se sia tornato in testa al campionato.

Josh Brookes, ritorna agli short circuit dopo le esperienze irlandese e mannese. Buon weekend il suo, parte in seconda posizione in gara 1 e sembra poter finalmente vincere un round quest’anno, ma può poco contro Byrne; in gara 2 risulta impossibile finchè nel penultimo giro inizia a guidare come se fosse al TT, regala spettacolo ma non basta. Due secondi posti che fanno bene alla classifica, ma da un pilota che fa segnare 127mph all’esordio al TT ci si aspetta qualcosa di più..la vittoria…

Alex Lowes, forse il weekend “peggiore” dall’inizio del campionato. L’errore all’ultimo tornantino gli fa rimediare il primo zero stagionale, in gara 2 non può nulla sul compagno di squadra che ha ripreso in splendida forma. Un circuito che non ama molto, il miglior risultato fino ad ora era stato un undicesimo posto nel 2011, quindi tutto sommato neanche male. Come ha scritto su twitter “un quarto posto è meglio di un quinto”, sicuramente un errore che può esser rimediato facilmente, a Snetterton tornerà a dar fil da torcere.

Ryuichi Kiyonarila sorpresa del weekend. Il suo ritorno era stato accolto e atteso con trepidazione, i fatti avevano, diciamolo, deluso moltissimo le aspettative e prima della pausa lo stesso Ryuichi sembrava avesse perso la sua grinta. Il weekend scozzese lo ha visto entrambe le gare sul podio, con una bella lotta con Lowes. Chissà magari la “battle for four” è appena iniziata..

James Ellison, il team Milwaukee deve aver rotto più di uno specchio. Un altro weekend nero per loro, se in gara 1 James ci mette del suo e risale fino alla settima posizione; gara 2 si arresta dopo il via, alla Duffus Dip. Poco da dire fra problemi sulla R1 e sfortune di ogni tipo non riesce a dire la propria nella corsa al titolo.

Pj Jacobsen, il diciannovenne newyorkese affronta con professionalità il suo primo round scozzese. In griglia conquista il miglior piazzamento (se si esclude la seconda posizione di Thruxton, causa cancellazione qualifiche). Nono piazzamento in gara 1 e settimo in gara 2, in entrambi  casi ha attaccato quando necessario e difeso con altrettanta grinta. È apparso contrariato per il risultato di gara 2, segno che vuol fare di più, non passerà molto tempo prima che lo vedremo davanti in lotta per il podio, sena dubbio il team lo sostiene e gli permette di crescere senza pressioni.

Matteo Baiocco, finalmente un weekend positivo per il pilota di Osimo. In top ten durante le prove viene scavalcato durante le qualifiche. Per lui un quattordicesimo posto in gara 1 ed uno straordinario undicesimo posto, con arrivo in volata con Mainwaring, in gara 2. A differenza degli altri non ha perso la concentrazione, non è finito fra le cadute ad Hairpin ed ha saputo interpretare questa pista così diversa dalle altre a cui è abituato. Punti in entrambe le manches, un ottimo punto di partenza per lui e per il team.

Dan Linfoot, John Kirkam, Peter Hickman, il primo rientrava dopo la frattura al bacino del primo round, non si è risparmiato ed è stato un piacere rivederlo in pista, avrà gradito poco il sorpasso sul finale da parte di Baiocco ma un ritorno in grande stile. Kirkham regala spettacolo ma sbaglia anche, talento che a volte si intralcia da solo. Hickman non si tira indietro nella lotta per la settima posizione.

Jakub Smrz, non riesce a sfruttare al meglio i test effettuati un mese fa, opaco sia in prova che gara 1 conclude gara 2 potando con se, per prati, anche Harms. Sicuramente a Snetterton avrà voglia di rivincita.

Martin Jessopp, non si ferma la sua sfortuna. La BMW non è proprio la moto con cui ha trovato il feeling, le cadute sono frequenti e stavolta ha dovuto saltare l’intero round, un vero peccato.

Di seguito la classifica del campionato dopo quattro round:

 

2013 MCE British Superbike Championship

1  Shane BYRNE GBR Kawasaki – Rapid Solicitors Kawasaki  166

2 Josh BROOKES AUS Suzuki – Tyco Suzuki 136

3  Alex LOWES GBR Honda – Samsung Honda 130

4  James ELLISON GBR Yamaha – Milwaukee Yamaha  80

5 Jon KIRKHAM GBR BMW – Buildbase BMW Motorrad 76

6 Chris WALKER GBR Kawasaki – Quattro Plant Kawasaki 65

7 Ryuichi KIYONARI JPN Honda – Samsung Honda 59

8 James WESTMORELAND GBR BMW – Buildbase BMW Motorrad 56

9 Keith FARMER GBR Kawasaki – Rapid Solicitors Kawasaki 50

10 PJ JACOBSEN USA Suzuki – Tyco Suzuki 47

11 Peter HICKMAN GBR Honda – Lloyds British GBmoto Racing Honda 41

12 Tommy BRIDEWELL GBR Honda – Bathams Honda 38

13 Howie MAINWARING GBR Kawasaki – MH Kawasaki 29

14 Jakub SMRZ CZE Honda – Padgetts Honda 23

15 Michael RUTTER GBR Honda – Bathams Honda 23

16 Karl HARRIS GBR Kawasaki – PR Racing Kawasaki 18

17 Josh WATERS AUS Yamaha – Milwaukee Yamaha 17

18 Robbin HARMS DEN Honda – Doodson Motorsport Honda 13

19 Tristan PALMER GBR Honda – Lloyds British GBmoto Racing Honda 13

20 Dan LINFOOT GBR Honda – Lloyds British GBmoto Racing Honda 12

21 Matteo BAIOCCO ITA Ducati – Rapido Sport Racing 12

22 Martin JESSOPP GBR BMW – Riders Motorcycles 9

23 Danny BUCHAN GBR Kawasaki – Quattro Plant Kawasaki 3

24 Aaron ZANOTTI GBR Suzuki – Aaron Zanotti Racing 2

25 Lee COSTELLO GBR Kawasaki – Halsall Racing Kawasaki 2

25  Luke QUIGLEY GBR Kawasaki – MH Kawasaki 0

26 Jenny TINMOUTH GBR Honda – Two Wheel Racing 0

27 Michael HOWARTH GBR Kawasaki – MH Kawasaki 0

 

La foto di Josh Brookes in azione è di Ryan Fagan, per gentile concessione.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply