MOTOLOGY

CONCLUSI A KIRKISTOWN I PRE-TEST STAGIONALI DEL TEAM TYCO SUZUKI

pjj99

Lungo lo short circuit nord irlandese di Kirkistown ha esordito la nuova formazione del team Tyco Suzuki capitanata da Josh Brookes con gli esordienti Pj Jacobsen, ad affiancare l’australiano in Sbk ed il giovanissimo Taylor MacKenzie nella classe Supersport, per una due giorni di test.

Per il diciannovenne newyorkese si è trattato dell’esordio con la GSX-R1000, dopo un 2012 fra campionato nazionale Superstock1000 e Supersport600, sempre con il team Tyco.
Fin dal primo giorno, martedì, Pj si è dichiarato entusiasta, ma ben consapevole del lavoro di apprendimento che occorre fare, data la notevole differenza fra una superbike ed una stock1000, specie nel paragone di erogazione della potenza fra le due moto. Nel pomeriggio di mercoledì una temperatura non proprio primaverile ha tratto in inganno Pj che, come il suo compagno di squadra, è stato vittima di una caduta dalla quale è però uscito senza gravi ferite. La differenza rispetto al primo giorno si è notata subito, anche a livello cronometrico, segno dell’ottimo lavoro svolto da pilota e squadra. Il lavoro è stato svolto anche con l’apporto tecnico di Öhlins e grazie ai preziosi consigli che Brookes non ha mancato a dare al giovane team mate che ora approfitta della settimana di riposo per rimettersi in forma ed affrontare al meglio i test a Donington Park, circuito di cui ha un ottimo ricordo.

Vice campione in carica, Josh Brookes si è dichiarato entusiasta di poter essere tornato sulla fida Suzuki, nonostante abbia dovuto lasciare i 30° australiani per temperature ancora invernali.
Risalito in sella non ha perso il feeling con la sua GSX, tanto da finire a pochi decimi dal suo miglior tempo a Kirkistown; il lavoro è stato concentrato sulle nuove sospensioni Öhlins, che il primo giorno han dato alcuni problemi.
Il secondo giorno è stato anche peggiore del precedente, dal punto di vista climatico. Questo ha causato, come detto, un high side anche per l’australiano, che mancherà la premiere del terzo film dedicato al BSB per recuperare le forze. Prima del crash, avvenuto nel pomeriggio, miglior tempo per l’australiano sotto il record del circuito, segno dell’ottima direzione presa anche nel conoscere le nuove sospensioni.

Un occhio alla supersport dove il giovanissimo Taylor Mackenzie ha fatto il suo esordio sulla GSX-R600, non senza difficoltà di sorta avendo subito il ritardo dell’aereo causa nebbia e girando di fatto due ore martedì pomeriggio e metà giornata mercoledì. Nonostante il poco tempo a disposizione anche in questo caso l’approccio è stato soddisfacente per il team e per il pilota, che non conosceva neanche il tracciato, che hanno lavorato al set-up della moto.

Soddisfazione anche per il team manager Phillip Neill che ha potuto constatare i buoni risultati del test, sia per gli esordienti Pj e Taylor sia che per Josh, per quest’ultimo nel lavoro sulle sospensioni.
La squadra ora attende i test ufficiali che prenderanno il via il 14 marzo.


Notice: Undefined variable: user_ID in /home/tidirium/public_html/motology.it/wp-content/themes/gameday/comments.php on line 48

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply