Notice: Trying to get property of non-object in /home/tidirium/public_html/motology.it/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-utils.php on line 26
MOTOLOGY

Nuova Ferrari Formula 1

Ferrari F1 2014

Presentata, finalmente, la nuova rossa 2014 del Cavallino Rampante.

Il colore rosso, secondo l’opinione popolare, rappresenta la passione.

Una rosa rossa può fare innamorare una donna.

Due labbra rosse possono far intrigare un uomo.

Il mantello rosso può far infuriare un toro.

Il semaforo rosso…bè, quello a noi non piace molto, ma si sa, dobbiamo rispettarlo…

Il vero rosso, il più appassionante, coinvolgente e vincente, nasce ogni anno a Maranello, nei pressi di Modena, in un atelier, per non chiamarlo “fabbrica”, dove si sfornano mezzi a motore a quattro ruote capaci di far sognare ad occhi aperti nelle strade e negli autodromi di tutto il mondo milioni di persone.

Chiunque conosce quel rosso, chiunque conosce la Ferrari; basti pensare che, nei colorifici, nei negozi di vernice e nei tabellari ufficiali dei produttori di colori, il “Rosso Ferrari“, sia un vero e proprio coloro brandizzato, unico, inconfondibile.

Nonostante l’avvento, fondamentale, ormai da molti anni, dello sponsor Marlboro, il colore della monoposto più carismatica del pianeta, non è stato sbiadito o annacquato, anzi, ne ha conseguito una evoluzione ed un fascino ancor più giovanile.

La stagione del Campionato Mondiale di Formula 1, inizierà tra un paio di mesi, e le presentazioni dei nuovi modelli suscitano, ogni anno, grande curiosità ed interesse da parte dei media e dei tifosi di ogni scuderia.

Appunto, sono stati proprio i tifosi Ferrari, trainati dal loro grande viscerale e famigliare amore, a decidere il nome del nuovo gioiello appena nato, tramite un sondaggio a cui hanno partecipato oltre un milione di votanti.

F14T. Ecco quale sarà, anzi, quale è, la sigla della nuova monoposto.

F, come Ferrari, il 14 rappresenta l’anno solare corrente e “T”, per il nuovo motore turbo, novità regolamentare di questa stagione.

Il rosso è passione, la Rossa è appassionante. Non sono mancate, chiaramente, le polemiche ed i commenti: come nelle migliori famiglie italiane, dare un nome ad una creatura appena nata, è una vera impresa. immaginate voi, in una famiglia italiana, ma mondiale, quale la Ferrari è…

Alla presentazione del nuovo bolide vi erano, naturalmente, tutti i “pezzi grossi” di Maranello, da Montezemolo alla famiglia Agnelli, insieme ai due intutati piloti di quest’anno: lo spagnolo Fernando Alonso, ed il finlandese Kimi Raikkonen, che torna all’ovile, dopo anni spesi nei rally ed a bordo di vetture “straniere”.

La famiglia, si sa, per noi italiani è sacra, ed ogni dettaglio può risultare determinante, ogni particolare può far nascere una polemica, un litigio, un astio…Raikkonen correrà con il numero 7…non male.Alonso, correrà con il numero 14…Sì, egli correrà con la Ferrari F14T numero 14…che strana coincidenza, eh?!…

Sorrisi di plastica e di circostanza li abbiamo visti più volte in diverse occasioni e sappiamo benissimo come il compagno di team rappresenti il primo avversario per qualsiasi pilota. Certo, potremmo dire che la scelta dei numeri di gara sia…casuale,dai!

La macchina, di primo acchito, appare strana. Sì, strana-Dire “strana”, è come dire “normale”, ovvero, non propriamente definibile, astratta.

Ma dopo averla guardata e riguardata, la vettura si mostra, invece, grintosa, aggressiva, ben verniciata, con la complicità degli sponsor, e ben disegnata, seguendo i nuovi regolamenti tecnici che prevedono l’introduzione dei motori turbo,tornati in auge dopo circa 30 anni, e limitazioni aerodinamiche, soprattutto per quanto concerne l’alettone posteriore.

Ci piace, la nuova, ci piace. La speranza, è che essa sia pure performante ed affidabile, non solo bella da guardare.

Del resto, pure Fernando e Kimi hanno scelto due fidanzate esteticamente avvenenti. Si spera, per loro, esse siano pure “prestazionali”,ma questo è un alto paio di maniche.

Come nelle migliori famiglie, certe informazioni vanno tenute nascoste. Gli appartenenti dello stesso cognome, devono risultare educati, composti e rispettosi.

I tifosi della Rossa, già si stanno chiedendo se i due nuovi fratelli Alonso e Raikkonen non si faranno i dispetti…

MOTOLOGY-1-10

Per Motology: Mirko TheMirk Colombi

 

 

 

 

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply