MOTOLOGY

ASSEN WSS : VITTORIA DI SMITH DOPO LA TEMPESTA

 

GARA INTERROTTA E RIPARTENZA DA 6 GIRI – SI SALVA SOFUOGLU CON JACOBSEN DOPPIAMENTE SFORTUNATO KO E CLUZEL FUORI DAI 15

Il cielo sopra il circuito più storico ed amato dagli appassionati sembrava poter reggere e regalare una domenica di gare sull’asciutto, ma così non è stato.
La gara della Supersport è partita sull’asfalto freddo ma asciutto, con un buon start dei piloti delle prime file.
Con Cluzel nelle retrovie, la testa della corsa è stata fra le mani di Sofuoglu, Jacobsen e Krummenacher sin da subito, con ospiti Baldolini e Stapleford.

I primi 5 piloti infatti fanno subito vuoto : Patrick Jacobsen ricuce i pochi metri che lo separano da Sofuoglu in poche curve, mentre Stapleford riesce a prendere vantaggio su Krummenacher e Baldolini.
L’attacco dell’americano ai danni del turco si fa attendere ma al quinto giro arriva il sorpasso.
Il campione del mondo non cerca il contrattacco ed inizia a studiare l’avversario, ma al nono giro viene prima esposta la bandiera bianca con la croce di Sant’Andrea, sostituita poco dopo dalla red flag.
Jacobsen rallenta ma cade e la moto rimane totalmente danneggiata: il giovane pilota è costretto a rientrare ai box spingendo la sua Honda per cercare di partecipare alla ripartenza.

Il cielo si scatena: una violenta grandinata ed una forte pioggia interrompono per molto tempo la gara, permettendo ai meccanici del Team Honda di rimettere in sesto la CBR numero 2 .

La gara viene fatta ripartire in forma ridotta: solo sei giri per assegnare il pieno punteggio al vincitore del round .
Partendo con l’ordine della classifica dell’ultimo giro utile prima della bandiera rossa, Jacobsen scatta dalla pole position, accanto a Sofuoglu.
Alla seconda ripartenza partono bene i piloti di casa Puccetti Racing, seguiti da Baldolini e Jacobsen, che in poche curve riprende la posizione sull’italiano per poi perderla poche curve dopo, lasciando anche la quarta posizione a Gino Rea.

Al secondo giro c’è il crollo in casa Mv Agusta : un errore da parte di Juels Cluzel, che lo relega alle ultime posizioni della classifica, e la caduta di Lorenzo Zanetti.

Nel gruppo di testa Krummenacher perde terreno, a vantaggio di Smith che invece entra subito nella partita.
Al quarto giro Jacobsen cade, di nuovo, lasciando a Sofuoglu punti importanti.
La condizione si fa sempre più critica e la natura degli inglesi esce subito : Smith e Rea sorpassano Sofuoglu e volano in solitaria verso il podio .

Seconda vittoria in Supersport per Kyle Smith, seguito da Gino Rea, che salva il bilancio giornaliero in casa Mv Agusta insieme a Alex Baldolini, quinto al traguardo.
Terzo posto e punti importanti per Kenan Sofuoglu giunto davanti al suo compagno di squadra Randy Krummenacher.
Ottimo settimo posto (e grande rimonta) per Ayrton Badovini, alla sua prima gara ‘di rientro’, seguito da Bassani.
Top10 per Gamarino seguito da Caricasulo – fuori dalla zona punti Zaccone (19), Rolfo (22) e Stirpe (23) .
Weekend da dimenticare per Jules Cluzel, diciottesimo.

Prossimo appuntamento a casa nostra : Imola!
Dal 28 aprile al 1 maggio.. non mancate !

 

Classifica completa

WSS

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply