MOTOLOGY

Magny Cours, SUPERSPORT: CLUZEL, PADRONE DI CASA

Magny_Cours_WSS_Cluzel_2014

A Magny Cours la gara Supersport parte col botto e finisce in tranquillità

Magny Cours – La gara viene dichiarata ancora bagnata e durante il giro di schieramento Roccoli presenta problemi alla moto.

Dopo il semaforo, alla prima curva inizia il ‘patatrac’ della giornata: cadono, a causa di un innescamento a catena, Wahr, Nocco e Tangre.

Davanti partono bene Mahias, Cluzel e Sofuoglu.

Roccoli riesce a partire dalla pit lane, ma viene messo under investigation dalla direzione gara e poco dopo è obbligato a fare un ride through .

Il pilota turco inizia la sua fuga, e nel gruppo degli inseguitori ci sono 3 italiani pronti a dar spettacolo, ovvero Tamburini, Zanetti e Rolfo.

Jacobsen parte male, e rimane in top10 a battagliare per mantenere la posizione .

All’inizio del terzo giro c’è il ritiro di Ivanov e la caduta della giovane wild card francese Lucas Mahias, che butta via un buon risultato ed un weekend quasi perfetto .

Zanetti poco a poco inizia la sua rimonta superando prima Tamburini e Marino, mentre Baldolini poco più dietro cade per terra senza conseguenze .

Sofuoglu continua imperterrito la sua fuga, prendendo sempre più secondi di distacco da Cluzel e Van Der Mark .

In un solo giro Zanetti si ritrova in terza posizione, a causa della caduta di Van Der Mark ( che riesce a rientrare ) e di Kennedy .

Al nono giro il colpo di scena: Sofuoglu cade e non riesce subito a rimontare in sella per riprendere la gara e tentare di fare un risultato buono .

Cluzel, in solitaria, si ritrova al primo posto ad amministrare il vantaggio sul secondo gruppo di piloti dove Van Der Mark risale fino al secondo posto.

Al dodicesimo giro Rolfo lotta con Zanetti per il terzo gradino del podio; il pilota piemontese, anche dopo un’imbarcata spaventosa, riesce a mantenere la posizione .

Sofuoglu rientra ai box, ponendo fine alla sua gara poco prima dell’esposizione della bandiera rossa per un problema agli air fence a bordo pista .

Primo gradino del podio per Jules Cluzel con la sua MV Agusta davanti al pubblico di casa, seguito dal campione del mondo Michael Van Der Mark e terzo un ottimo Roberto Rolfo.

Medaglia di legno per Lorenzo Zanetti, settimo Roberto Tamburini, undicesimo Luca Marconi mentre quattordicesimo è Christian Gamarino seguito da Massimo Roccoli .

Per Motology.it Federica Merotto @Faith_46

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply