MOTOLOGY

MAGNY-COURS WSBK – GARA2 : DAVIES RADDOPPIA

IN CLASSIFICA REA ALLUNGA ANCORA SU SYKES, PRECEDENDOLO IN CLASSIFICA – OTTIMO QUARTO POSTO DI LEON CAMIER E MV AGUSTA

 

Visto il passo di venerdì, Chaz Davies poteva ben sperare in caso di gara su asflato asciutto.. e così è stato.
La vittoria di ieri, in gara1, è stata inaspettata, ‘studiata’ e accompagnata da un po’ di fortuna. Quella di oggi invece è stata una gara lunga, dura e guadagnata, tanto che il pilota gallese l’ha classificata come ‘la gara più bella della mia vita’.
Settimo successo dell’anno per il biondo pilota inglese di casa Ducati che continua ad essere l’unico antagonista della coppia Kawasaki che non sbaglia mai un colpo.

La gara ha visto principalmente due gruppi a lottare : il primo, appunto costituito da Rea, Sykes e Davies e il secondo con Camier e Van Der Mark.

Dopo un tentativo di fuga di Sykes, arrestato subito da Rea, c’è stato il progressivo riavvicinamento di Davies che, una volta raggiunti i connazionali, non ha esitato a superarli per prendere il largo.
Con un sorpasso degno di voti superiori al 10 e lode  a 6 giri dalla fine, l’unico pilota in pista per il Team Aruba.it ha dimostrato di essere nettamente superiore sull’asfalto francese.
La lotta quindi è rimasta un affare tra i due compagni di squadra, nonchè contendenti al titolo mondiale.
Dopo il sorpasso di Rea su Sykes (con annessi contatti) la faccenda non si è più sbloccata : il campione del mondo 2014 ha provato a riavvicinarsi e a tentare il tutto per tutto per conquistare la seconda posizione, ma ha dovuto accontentarsi del gradino più basso del podio.

Avvincente, purtroppo solo nella prima parte di gara, la bagarre fra Leon Camier e Michael Van Der Mark.
Dopo le prime battute di botta e risposta, l’olandese ha dovuto arrendersi e lasciare strada all’avversario.

L’inglese invece, dopo un warm up difficile che lo ha portato a cambiare motore, ha martellato per l’intera gara tempi che gli sarebbero valsi una posizione sul podio e, negli ultimi 5 giri, addirittura una leadership.
Grande crescita in casa MV Agusta, che continua ad avvicinarsi sempre di più al podio e ai distacchi che contano ( sotto i 10 secondi dal leader) .

Buon sesto posto per Lorenzo Savadori, primo italiano in classifica .
Quattordicesima piazza per Alex De Angelis e diciasettesima per Gianluca Vizziello. Ritiro per Luca Scassa, caduto al primo giro.

 

 

mc_

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply