MOTOLOGY

PHILLIP ISLAND WSBK – RACE 2 : REA RADDOPPIA

Rea_2 DAVIES TENTA IL TUTTO PER TUTTO E SBAGLIA. LA CALMA PREMIA ANCORA UNA VOLTA REA. PODIO PER GIUGLIANO.

Nuovo giorno, nuovo spettacolo.. ma il risultato è quasi lo stesso.
Sul circuito di Phillip Island si è conclusa poche ore fa un’altra gara da seguire con il fiato sospeso e l’adrenalina a mille.

Al via partono bene Sykes, Rea e Giugliano seguiti subito da Van Der Mark e la coppia Yamaha che, però, alla fine del primo giro perde Alex Lowes, a causa di un problema tecnico che lo relega alle posizioni di metà classifica.
Anche nel gruppo degli inseguitori si perdono subito due possibili protagonisti, ovvero Leon Camier e Lorenzo Savadori, entrambi ritirati dopo una sosta ai box.
In testa alla corsa sembra che Sykes possa fare una gara diversa da quella del giorno precedente; l’inglese tenta di allungare, ma in poche curve il gruppo formato da Rea, Van Der Mark, Giugliano, Davies e Hayden recupera tutto lo svantaggio.
La gara continua in attesa di una bagarre o di qualche sorpasso al limite, ma nulla cambia fino al decimo giro.
E’ proprio a metà gara che Tom Sykes, forse per la pressione esercitata dal compagno di squadra nonchè campione del mondo in carica, sbaglia traiettoria e và largo, perdendo tre preziose posizioni.
Dopo un primo momento in cui sembra non arrendersi, Sykes ripiomba nel nero più totale dopo un contatto con Giugliano che lo porta in sesta posizione.

La vittoria diventa un affare a trefra Rea, Davies e Van Der Mark, come in gara 1.
L’olandese prende la testa della corsa ma sembra faticare, mentre Rea e Davies amministrano e controllano la situazione nei panni degli spettatori.
Anche se a qualche metro di distanza, risalgono anche Sylvain Guintoli e Nicky Hayden che, insieme a Davide Giugliano, tentano il recupero .

A 4 giri dalla fine Rea supera Van Der Mark sul rettilineo mentre Davies è costretto a farlo con una staccata al limite.
Questo momento di bagarre permette a Giugliano e Hayden di avvicinarsi pericolosamente al suo compagno di squadra.

L’ultimo giro è rischio puro : Davies passa in testa, ma viene superato sul rettilineo da Rea.
L’inglese di casa Ducati forza ad ogni curva le staccate e purtroppo cade, lasciando gli altri due a contendersi i 25 punti in palio .

Anche l’affare per il terzo posto diventa una faccenda ‘calda’ fra Giugliano ed Hayden.
L’italiano non si perde d’animo e supera l’americano all’ultima curva del circuito, tornando sul podio e limitando i danni in casa Ducati .

Prima doppietta dell’anno per Jonathan Rea, seguito da Michael Van Der Mark e Davide Giugliano.
Quarto posto per Nicky Hayden seguito a distanza da Guintoli e Sykes .
Tripletta di BMW dalla settima alla nona posizione, con Jordi Torres, Markus Reiterberger e Joshua Brookes .
Limita i danni, rientrando in Top10, Chaz Davies .

Appuntamento con il secondo round in Thailandia, dall’11 al 13 marzo .

Risultati completi :

Race2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply