MOTOLOGY

SBK 2016 : L’ATTESA STA PER FINIRE

sbk016

IL CAMPIONATO E’ ALLE PORTE. DAL 28 FEBBRAIO RIINIZIA IL VERO SHOW DELLA SBK.

Ormai è tutto pronto. Mancano poco più di due settimane al ritorno dello spettacolo della Superbike.
Il 2016 sarà l’anno dei cambiamenti, fuori e dentro la pista .

Il nuovo regolamento ha fatto storcere il naso a molti ma la decisione è ormai stata presa : gara1 si correrà al sabato pomeriggio, dopo la Superpole, mentre il programma della domenica rimarrà invariato, con gara2 che si correrà alle ore 13.
In pista invece, avremo delle novità: alcuni ritorni e qualche addio.

Queste sono le premesse per un altro campionato spettacolare che ci farà compagnia per 16 emozionantissimi round .
Il tutto partirà, come negli ultimi 7 anni, in Australia sul circuito di Phillip Island il 28 febbraio per poi concludersi otto mesi dopo, il 30 ottobre, in Qatar sul circuito di Losail .
L’Italia ospiterà 2 round del campionato di serie fra Imola e Misano; per il tanto voluto ed atteso ritorno di Monza, invece, si dovrà aspettare il 2017 .

Il 2016 vedrà 24 protagonisti, schierati il 14 diversi team ( 10 ‘doppi’ e 4 singoli ) e 7 case diverse .

Squadra che vince, non si cambia – Il team da battere, anche quest’anno, sarà il Kawasaki Racing Team con la sua coppia di campioni del mondo: Jonathan Rea, che correrà con il numero 1, e Tom Sykes, terzo classificato la scorsa stagione.
I due inglesi, in sella alla ZX-10R , dovranno lottare contro Ducati, BMW e Yamaha per poter mantenere i titoli nelle loro mani e rimanere i più vincenti del campionato .

Coppia riconfermata anche in casa Ducati SBK Team Aruba.it Racing con Chaz Davies e Davide Giugliano che, dopo la crescita del potenziale della Panigale 1199 R nel 2015, possono puntare ai risultati storici della casa italiana .
Questo team, giovane e pieno di talento, è il più quotato a lottare con Kawasaki .

Grande ritorno per Yamaha, che sarà la sella dei piloti del Team Crescent PATA .
Il team manager Paul Denning, dopo anni di collaborazione con Suzuki, ha cambiato i progetti  ed ha scelto due piloti come Sylvain Guintoli ed Alex Lowes per puntare a grandi risultati, vantando una grande esperienza ed un indiscutibile talento .
L’ex campione del mondo e l’inglese potranno subito partire all’attacco di Kawasaki e Ducati, viste le potenzialità della YZF-R1 nei test di Jerez alla fine di gennaio .

Cambio di marca per Althea Racing, che lascia Ducati per BMW, con una coppia che regalerà emozioni .
Jordi Torres, protagonista della scorsa stagione in sella alla Aprilia, dividerà il box con il giovane tedesco Markus Reiterberger che, dopo le wildcard a Misano e a Magny Cours dello scorso anno, correrà l’intera stagione con la S1000RR .

Il team ‘novità’ è in assoluto quello BMW Milwaukee che vedrà schierarti il campione BSB 2015 Joshua Brookes, dopo anni di assenza dal circolo SBK, ed al suo fianco Karel Abraham, proveniente dalla MotoGP e alla ricerca di risultati più concreti .

Squadra tutta italiana (..o quasi) è quella di Aprilia che, pochi giorni fa, ha confermato la presenza nel campionato SBK .
In sella alla RSV4 1000 F dello IodaRacing Team troveremo Lorenzo Savadori, fresco vincitore della FIM CUP STK1000 e Alex De Angelis.

L’unico team Honda in pista sarà quello in mano a Ten Kate ed avrà un solo obiettivo: tornare ai vertici della categoria .
Il team Honda World Superbike Team somiglia un po’ a quello di Yamaha: un giovane talento ed un pilota di grande esperienza.
Grande entrata nel campionato per Nicky Hayden che affiancherà il pupillo della casa giapponese, ovvero l’olandese Michael Van Der Mark.

In sella alle Kawasaki del Team Pedercini troveremo la coppia formata da Sylvain Barrier e Saeed Al Sulaiti.
Ritorno in SBK per il francese, dopo due anni difficili tra ‘classe maggiore’ e STK1000, e debutto mondiale per il pilota trentenne finanziato e supportato dalla federazione del Qatar .

Troveremo un’altra coppia di Kawasaki all’interno del box del Team Grillini che ha scelto due giovanissimi per questa stagione : il ventitreenne australiano Josh Hook, che ha partecipato a qualche gara del campionato Moto2 e alla 8 ore di Suzuka nell’anno passato, e l’ex pilota della Supersport Dominique Schmitter, svizzero classe 94 .

Cambio di marchio in casa Toth: dopo due anni di collaborazione con BMW, il Team Toth ha scelto di affidarsi a Yamaha, sperando in risultati migliori .
Quest’anno il team sarà più ungherese che mai, grazie alla presenza di Imre Toth e Peter Sebestyen .

L’unico pilota che porterà in pista i colori di casa Barni Racing sarà Xavi Fores che nel 2015, nelle gare in cui ha sostituito l’infortunato Davide Giugliano, aveva dimostrato di avere un ottimo feeling con la rossa di Borgo Panigale .
Un gran pilota che, affiancato da un ottimo team, non potrà far altro che regalare sorprese ed emozioni .

Un altro anno con un solo pilota anche per MV Agusta che, dopo un avvicinamento con Marco Melandri, riconferma Leon Camier e punta a risultati più concreti e costanti .
L’inglese ha lavorato duro la stagione passata per sviluppare e far crescere il potenziale della F4 ed i risultati l’hanno dimostrato. L’obiettivo per la nuova stagione è uno solo: rimanere al passo dei top team .

Altro team fac-simile della stagione passata è quello Team GoEleven che rivedrà scendere in pista,a  bordo di una Kawasaki, Roman Ramos che ha avuto un 2015 in crescendo, ottenendo risultati di buon livello soprattutto negli ultimi round .

Salto di categoria per un team familiare (che più familiare non si può!) ovvero il VFT Racing, gestito dalla famiglia Menghi .
Dopo anni di Supersport in sella alla Yamaha, Fabio Menghi correrà con una Ducati Panigale con il quale ha avuto ottime sensazioni sin dai primi test di Vallelunga .

 

Non prendete appuntamenti né impegni per il penultimo weekend di febbraio.
Dal 26 febbraio, nella notte italiana, inizieranno  le prime prove libere della stagione con lo spettacolare sfondo dell’oceano australiano.

La Superbike sta tornando,.. non fatevi trovare impreparati .

Follow me : @Faith_46
Follow us : @MotologyITA

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply