MOTOLOGY

Buriram, WSBK : PRIMA GIORNATA CON LOWES AL COMANDO

Alex_lowes_thai

In Thailandia sono cinque piloti inglesi al comando, racchiusi in 7 decimi

Buriram – Il Chang International Circuit è sicuramente piaciuto ai piloti inglesi .
Le sensazioni dei piloti son positive: questo circuito racchiude le caratteristiche delle varie piste dove si svolgono i campionati mondiali e l’asfalto, nel complesso, è buono .
Il primo tempo alla fine della prima giornata di prove libere è di Alex Lowes, il veloce pilota di casa Suzuki .
L’inglesino strappa la posizione a Jonathan Rea per soli 66 millesimi mettendo a segno un 1’34.685 che rimarrà il tempo di riferimento fino alle prove di domani mattina .
Terzo tempo a pari merito per Chaz Davies e Leon Haslam che però pagano sei decimi da Lowes .
Quinto tempo per Tom Sykes che, rispetto al compagno di squadra, sembra in difficoltà ; son  ben 660 i millesimi di differenza tra Rea e l’ex campione del mondo .
Sesto tempo per Sylvain Guintoli e settimo un ottimo Troy Bayliss, ancora sostituto di Davide Giugliano, con la sua Ducati Panigale .
Buon ottavo posto per Matteo Baiocco, pilota Ducati dell’Althea Racing, che paga un secondo e due dalla testa della classifica .
Buone le prestazioni anche di Leandro Mercado, undicesimo, e Michael Van Der Mark, dodicesimo, che riescono a limitare i ‘danni’ e finire la prima giornata con un ritardo di circa un secondo e mezzo .
Quattordicesimo Sylvain Barrier, con la BMW del Team Motorrad Italia ad un secondo e sei decimi, sedicesimo Leon Camier, pilota del Reparto Corse Mv Agusta, che non è riuscito a migliorare il tempo effettuato nella prima sessione di prove e vede il suo ritardo andare oltre i due secondi .
L’ultimo italiano in classifica è Niccolò Canepa, diciottesimo, per il quale il cronometro si ferma 3 secondi netti dopo quello di Lowes .

Appuntamento per domani alle 03,45 con le FP3, alle 06,30 per l’ultima sessione di prove libere e alle 09 per la Superpole .

Per Motology.it Federica Merotto @Faith_46

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply