MOTOLOGY

SBK QATAR, GARA1 : CENTRO DI GUINTOLI

Qatar_Race_1_podium_2014

Ottima gara del pilota di casa Aprilia, di nuovo tensioni in casa Kawasaki

Doha – L’aria è pesante, l’atmosfera è tesa in Qatar. 25 dei 50 punti in palio sono pronti ad entrare nelle tasche di uno dei piloti protagonisti nel buio di Losail .

Al via parte bene Sykes, seguito da Rea, Guintoli e Baz .

Melandri parte male e rimane attardato, in nona posizione .

Giugliano scivola fino alla quinta posizione, rimanendo in scia della Kawasaki numero 76 .

Baz supera Guintoli, mentre iniziano i primi tentativi di sorpasso di Davies su Giugliano .

Rea rompe gli indugi e supera Sykes, in maniera pulita e senza rischi .

Sul traguardo però Baz supera in un colpo solo Rea e il compagno di squadra .

Si ritira Claudio Corti al secondo giro a causa di problemi al cambio .

Baz al terzo giro incomincia a prendere qualche metro su Rea, mentre dietro Davies segue in scia Guintoli .

Rea guadagna qualche decimo su Baz, ricompattando il gruppo di testa che conta ben 7 piloti .

Al quinto giro Guintoli supera Sykes sul traguardo ed inizia la sua ascesa verso il primo posto .

La gara sembra continuare senza molti colpi di scena; l’unica bagarre degna di nota è quella fra i piloti Ducati, Davies e Giugliano .

Baz e Rea riescono a prendere qualche decimo sui diretti inseguitori, ovvero i due contendenti al titolo .

Sykes perde terreno su Guintoli, che invece recupera su Rea .

Al nono giro il pilota francese della Aprilia supera Rea e due giri dopo ricuce i decimi di svantaggio da Baz .

Al dodicesimo giro Melandri sale bene e recupera posizioni, iniziando la bagarre con i piloti Ducati .

Sykes aumenta il ritmo e riesce a recuperare terreno su Rea, seguito a stretto contatto da Melandri.

Il ravennate riesce a superare l’inglese, rischiando il contatto, ma mantenendo la posizione .

Al quattordicesimo giro Guintoli supera Baz, e si mette in testa alla gara .

Nel frattempo Melandri continua a recuperare decimi su Rea, dando inizio ad una lotta a tre per il terzo gradino del podio con Sykes, Rea e Giugliano .

Al penultimo giro, Sykes passa su Rea mentre Melandri perde terreno .

Guintoli in solitaria continua la sua gara capolavoro, seguito da un Baz a cui viene segnalato sul traguardo di lasciare la posizione al compagno di squadra, per permettergli di rimanere con 8 punti di vantaggio sull’avversario nel mondiale .

All’inzio dell’ultimo giro Elias, dopo un grande recupero, lotta con Davies, Giugliano e Melandri mentre Rea lascia il podio a Sykes .

A poche curve dalla fine Baz si gira e, quando tutti si aspettano che rallenti per lasciare la posizione, non lo fa, tagliando il traguardo davanti a Sykes.

Le tensioni tra i due piloti continuano e l’aria si fa pesante al parco chiuso .

Arrivo in volata per la prima posizione della classe EVO tra Canepa e Salom, che vede il genovese vincere per un centesimo .

Il pilota spagnolo, però, può dedicarsi ai festeggiamenti per il suo primo mondiale della classe EVO, nonché primo mondiale disputato .

Vittoria a Sylvain Guintoli, sotto di 3 punti rispetto a Sykes, seguito dai due piloti di casa Kawasaki, Baz e Sykes .

Solo quinto Giugliano, ottavo Melandri e dodicesimo Canepa .

Ultimo appuntamento dell’anno con gara2 alle ore 20, che incoronerà il nuovo campione del mondo .

Per Motology.it Federica Merotto @Faith_46

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply