MOTOLOGY

HILLIER E THOMPSON SULLA DUCATI 888 OXFORD PRODUCTS

DUCATI 888 OXFORD PRODUCTS QUEST’ANNO SCHIERA DUE PILOTI

Il team Ducati Oxford Products, e le Ducati 888, che come vi avevamo raccontato, l’anno scorso festeggiava il 25°anniversario dall’ultimo TT, quest’anno schiera due piloti per il Classic TT.

James Hillier, confermato per il secondo anno, insieme al giovane talento Joey Thomposon, sarà ancora in sella alla Ducati 888. Il nuovo duo parteciperà alla RST Superbike Classic TT Race. Riconosceremo James per il #5 sul suo cupolino, come già successo lo scorso anno, mentre per Joey il #20.

Anche quest’anno si conferma la preparazione di entrambe le moto ad opera di Stafford Evans, per Celeres Racing. Preparazione che avviene con continuità dal 2016, quando la Ducati 888 è stata affidata a Dave Hewson, che la portò all’undicesimo posto. Non ha avuto fortuna invece James l’anno scorso, che dopo aver segnato una media sopra le 122mph in priva, è stato costretto al ritiro nel corso del secondo giro.

Per Joey si tratterà della prima volta al Classic TT,non dimentichiamo che ha fatto il suo debutto sul Mountain Course solo l’anno scorso. Quest’anno lo abbiamo visto, e lo stiamo vedendo in questi giorni all’Ulster GP, sulla Paton. Adesso per lui si preannuncia una nuova sfida. Joey ha avuto modo di provare la Ducati 888 la settimana scorsa, sul tracciato di Castle Combe.

Fiducioso il team manager Stafford evans: “Per noi è un onore poter rappresentare, ancora una volta, il marchio Oxford al Classic TT. L’anno scorso non siamo stati molto fortunati, quest’anno abbiamo raddoppiato i nostri sforzi per mirare al podio, che è alla nostra portata. Far esordire Joey è una bella sfida, è un astro nascente per il futuro delle corse su strada, considerando che ha solo 20 anni”.

Non ci resta che fare il nostro in bocca al lupo a James e Joey, li seguiremo con interesse, perché si sa, guidare la Ducati 888 è una bella sfida.

Credits Pitlane Martyn Wilson per Pitlane Photography, Lucas Croydon Photography e Oxford Products che ringraziamo.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply