MOTOLOGY

INTERVISTA A RYAN KNEEN

IL PIÙ GIOVANE DEI FRATELLI KNEEN, DI POCHE PAROLE, MA EFFICACE, IMPARIAMO A CONOSCERLO E SOSTENERLO

Il mondo delle road race è spesso caratterizzato da “affari di famiglia”, parlando di fratelli si pensa sempre subito a Joey e Robert Dunlop o, sempre in famiglia, William e Michael, oppure Dean e Adrian Harrison. Ma nel panorama road racing ci sono altri due fratelli, mannesi in questo caso e si tratta di Dan e Ryan Kneen. Forse alcune volte noi italiani abbiamo il difetto di non leggere le classifiche, limitarci al podio e nulla più, perdendo di fatto l’opportunità di conoscere molti altri talenti, questo è stato uno dei motivi che mi hanno spinta contattare Ryan Kneen per chiedergli un’intervista. Durante il mio soggiorno sull’Isola di Man ho incontrato spesso Ryan, modi gentili e sorriso amichevole, classe 1989 ha da poco partecipato al Tourist Trophy ed al post TT, che si corre sul tracciato di Billown, una chiacchierata che vi farà capire una sua caratteristica che mi ha colpita molto, poche chiacchiere meglio far parlare la pista.

Ciao Ryan, prima di tutto come stai?
Ciao, Bene grazie.

Il TT si è concluso da pochi giorni (l’intervista è stata realizzata domenica 12 giugno), due grandi top 20, sfortunatamente sei stato costretto al ritiro al secodno giro del Senior TT race, quale è la tua analisi finale?
Ho fatto due buone gare in sella alla superstock ed alla superbike, il ritiro nel Senior è stato causato dalla gomma posteriore fallata.

Quale è il tuo ricordo migliore di questa edizione?
Il mio miglior ricordo è aver girato alla media di 126.3mph nella superbike race.

Hai anche preso parte alle gare del post-TT, sei andato molto bene, un ultimo allenamento prima della Southern100?
Si il Post TT è stato un buon allenamento in vista della S100.

Il prossimo meeting è appunto la Southern100, cosa ti auguri?
Voglio essere sul podio nella S100.

Aiutami a farti conoscere di più agli italiani, descriviti in tre mosse.
Molto determinato, concentrato e veloce.

Chi è la persona che ti è più vicina in questa avventura road racing?
Il mio meccanico, lo chiamiamo “plumpton Moss” (impossibile da tradurre letteralmente, si scherza sul fatto che sia “paffuto”, lui è capo meccanico.

Come ultima domanda, chi vuoi ringraziare?
Mi piace ringraziare il mio sponsor Charmer Builders Ltd.

Grazie mille per la tua disponibilità.
Grazie a te.

Ringrazio ancora Ryan per la sua disponibilità, di questa intervista mi ha colpito molto il suo essere diretto, senza perdersi in giri di parole, cosa che forse io son brava a fare a volte, concentrato verso i suoi obiettivi. Non ci resta che aspettare la Southern100 per rivederlo in azione!

Ryan Kneen - intervista - Tourist Trophy

INTERVIEW WITH RYAN KNEEN

In the road racing world it’s not unusual to talk about family affairs”, we could think about the Dunlops, Dean and Adrian Harrison for example, there’s also a couple of brother, from the Isle Of Man, Dan and Ryan Kneen that compete on the roads.

Sometimes here in Italy we just look at the podium, without reading the whole classification and that’s a shame, because we lose the chance o meet great riders, this is one of the reason I had to contact Ryan, for asking for an interview. During my weekend on the IoM I’ve met Ryan around the paddock, always nie, with a friendly smile. Born in 1989,he just ride the TT and the Pos-TT races, we had a chat and you will love is direct way to talk, like I did.

Hi Ryan first of all, how are you?
Hi.Good thanks.

The TT2016 is ended few days ago, two great top 20, unfortunately you’ve been forced to retire during the second lap of the Senior race, what’s your analysis about it?
I had two good races in Superstock and Superbike, the rear tyre was faulty in the Senior race.

What’s your best memory (or memories) about this edition?
My best memory is doing 126.3mph in the Superbike race.

You took part at the Post-TT races too, you did very well, one last training before the Southern100?
Yes the post TT was good practice for the S100.

Next meeting is the S100, what do you wish?
I want to be on the podium in S100.

Maybe not all Italians know you very well, how you would describe yourself in 3 steps?
Very determined, focuses and fast.

Who is (or are the person) closer to you in this racing adventure?
My mechanic is called Plumpton Moss, he is chief mechanic.

Who you want to thank?
Like to thank my sponsor Charmer Builders Ltd.

I guess the interview is finished, feel free to say want you want.
Thank you.

I want to thank you Ryan for having been so nice. During this interview I’ve been impressed by his way to talk, directly; I’m often good to talk a lot, but he’s focused on his goals. Now we wait the Southern100 or seeing him again in action!

 

Ryan Kneen - Tourist Trophy - interview

Le foto di Ryan in azione al Tourist Trophy 2016, sono di Martyn Wilson, che come sempre ringrazio per la collaborazione.21

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply