MOTOLOGY

IVAN LINTIN VINCITORE NELLA CLASSE LIGHTWEIGHT PER IL SECONDO ANNO

TERZA VITTORIA DI FILA PER IL TEAM, HILLIER E JESSOPP A COMPLETARE IL PODIO, BONETTI QUINTO

La foschia che questa mattina ha costretto al posticipo della gara 2, classe supersport, ha scombussolato l’intero programma della giornata e costretto gli organizzatori a posticipare la Bennetts Lightweight TT race alle 18.30 locali. Per noi italiani questa gara ha avuto un sapore particolare, Stefano Bonetti in sella alla Paton è stato uno dei protagonisti della settimana di prove.

La novità di questa edizione, oltre all’anticipo della gara rispetto al consueto venerdì, è stata l’introduzione di un quarto giro, rispetto ai tre delle edizioni passate, quando la strategia aveva una dose di influenza sul risultato finale.

Al via è subito Ivan Lintin, il super-favorito alla vittoria a segnare il miglior passaggio a Glen Helen, seguito a soli 33 centesimi di secondo dal vincitore 2013, James Hillier, terzo Michael Rutter seguito dal nostro Bonetti (partito per diciassettesimo) ed inseguito da Daniel Cooper e Gary Johnson. A Ramsey è però Hillier a prendere il comando della gara ed a tagliare il traguardo del primo giro alla media di 118.864mph, alle sue spalle Lintin, Johnson, Bonetti e Martin Jessopp (che quest’anno ha l’onere e l’onore di aver il #1 sul cupolino) e Cooper.  Il primo giro vede il ritiro di Steve Mercer, Rutter, Danny Webb, Peter Hickman e Cameron Donald.

Secondo giro, Ramsey hairpin vede Lintin ridurre il suo ritardo dal leader a 1.2s ma grazie ad un rifornimento perfetto da parte del team Devit RC Express, alla fine del secondo giro, è Lintin a ritornare al comando della gara. È lotta serrata per il gradino più basso del podio, sono pochissimi i secondi che racchiudono il quartetto composto da Gaz-Jessopp- Bonetti-Cooper, per noi è una gara senza respiro. Ottimo rifornimento anche da parte del team Riders Motorcycles che permette a Jessopp di scavalcare Johnson e portarsi in terza posizione provvisoria.

Terzo giro, penultimo, passaggio a Glen Helen Lintin è al comando con poco più di otto secondi di vantaggio sulla Kawasaki  #3 di Hillier, vantaggio che viene abilmente gestito, anche se non incrementato, nei confronti del diretto inseguitore, a sua volta al riparo da possibili attacchi da Jessopp, in ritardo di un minuto. Noi italiani tratteniamo il respiro, in quarta posizione c’è Stefano Bonetti, che deve però difendersi da Gary Johnson e Daniel Cooper.

Ivan Lintin vince la Bennetts Lightweight TT Race, vince per la seconda volta consecutiva ed entra nella storia recente essendo l’unico pilota ad aver raggiunto questo risultato (storia recente inteso da quando la categoria è stata re-introdotta nel 2012). Per il team Devitt RC Express Racing di Ben Constable si tratta della terza vittoria consecutiva, che si aggiunge al successo ottenuto nel 2014 con Dean Harrison.

James Hillier è secondo, terzo e prima volta sul podio del TT Martin Jessopp.

La battaglia a suon di decimi di secondo vede Gary Johnson avere la meglio su Stefano Bonetti, rispettivamente quarto e quinto, a soli cinque secondi dal podio, per noi italiani si tratta di un grandissimo risultato, che lascia un po’ di amaro in bocca, perché il podio era alla portata del binomio Bonetti-Paton, ma questo è il mondo delle corse, onore ad un team privato che si è saputo scontrare con i giganti. Sesto Daniel Cooper, ancora non in forma dopo l’incidente alla North West200, chiudono la top ten Jamie Coward, Colin Stephenson, Bjorn Gunnarsson e James Cowton. Questo l’ordine di arrivo finale.

Monster Energy Supersport TT 2 – Result Sheet

Pos No. Rider Machine/Entrant Time Speed Subclass

1 6 Ivan Lintin Kawasaki / Devitt RC Express Racing 01:16:26.681  118.454

3 James Hillier Kawasaki / Quattro Plant Muc-Off Kawasaki 01:16:39.153 118.133

3 1 Martin Jessopp Kawasaki / Riders Motorcycles BMW 01:18:23.536  115.511

7 Gary Johnson WK Bikes / CF Moto/WK Bikes 01:18:25.920 115.453

33 Stefano Bonetti Paton / CCM Motorsport 01:18:30.782 115.334

10 Daniel Cooper Kawasaki / Dan Cooper Racing/SB Tuning 01:19:06.561 114.464

29 Jamie Coward Kawasaki / RJP Racing / Jamie Coward Ra 01:19:37.988 113.711

38 Colin Stephenson Suzuki / CS Racing  01:20:24.695 112.611

20 Bjorn Gunnarsson Kawasaki / DP Coldplaning/TC Racing 01:20:25.519 112.591

10 11 James Cowton Kawasaki / Cowton Racing by Radcliffes 01:20:30.711 112.47

11 23 Michal Dokoupil Kawasaki / Motopoint Indi Racing Team 01:21:12.530 111.505

12 28 Maria Costello Kawasaki / Pizza Race Bike 01:21:12.595 111.504

13 40 Barry Furber Suzuki / Vauxhall/Greenhous/Moto-Design 01:21:15.871 111.429

14 44 Dave Moffitt Suzuki / JHS Racing 01:21:27.226  111.17

15 27 Adrian Harrison Kawasaki / PRS Racing & Town Garage 01:21:36.358 110.962

16 69 Craig Neve WK Bikes / CF Moto/WK Bikes 01:21:45.090 110.765

17 37 Shaun Anderson Kawasaki / Andreson Race Developments 01:22:13.239 110.133

18 15 Sam West Kawasaki / Ice Valley 01:22:27.589  109.813

19 49 Anthony Redmond Kawasaki / Alan Young Peel IOM 01:23:14.188  108.789

20 36 Timothee Monot Kawasaki / TMR 01:23:14.904 108.773

21 70 Steve Heneghan Kawasaki / Reactives Parts 01:23:18.356 108.698

22 43 Dave Madsen-Mygdal Kawasaki / Martin Bullock Manxsport 01:23:32.009 108.402

23 48 Paul Smyth Kawasaki / Billy Cummins Racing 01:24:07.730 107.635

24 60 Rob Livesey Kawasaki /  01:24:42.752 106.893

25 58 Daniel Harrison Suzuki/ JHS Racing 01:24:59.234 106.548

26 67 Darren James Kawasaki / KMR/SGS/IEG 01:25:28.770 105.934

27 41 Chris Petty Kawasaki / PWM-Sales Ltd 01:25:50.002 105.497

28 59 Callum Laidlaw Suzuki/ Dunlop Racing 01:25:58.770 105.318

29 65 Olaf Romijn* Kawasaki / ROMOTOR RACING 01:26:09.184 105.106

30 57 Stephen McKnight Suzuki / Self 01:26:22.988 104.826

31 55 Eric Wilson Suzuki / Mike Smith Racing 01:26:30.715 104.67

32 16 Ryan Kneen Suzuki / CBG contractors 01:26:38.240  104.518

33 68 Alan (Bud) Jackson Kawasaki / Oddfellows Arms 01:26:48.729  104.308

34 64 Alastair Fagan Suzuki  01:28:00.306  102.894

 

Credits: Martyn Winlson per Pitlane Photography che ringraziamo

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply