MOTOLOGY

ARRIVEDERCI BILLY

IL NOSTRO SALUTO AD UN PILOTA, UN EROE

Sedersi alla propria scrivania, raccogliere i pensieri e cercare di fermare le lacrime, sono questi i gesti che sto tentando di compiere in questo momento, perché devo fare i conti con la realtà, una realtà che mi riporta una ferita nel cuore, e ricomincia a sanguinare.

Questa mattina mi son svegliata con un brutto presentimento, ho acceso il tablet nella speranza di trovare un’ultima ora che avrebbe dato un sorriso, dopo ore di attesa e paura; invece la tua dolcissima Hannah, con una forza che solo tu puoi averle dato, mi comunicava che non sei più con noi.

Billy noi non ci conoscevamo di persona, ma tramite Facebook negli ultimi due anni avevo imparato a seguirti e conoscerti, rimanendo subito affascinata dal quel connubio speciale che ti rappresenta: un soldato, che ha partecipato a quattro missioni in Afghanistan, con la passione per le road race. Quest’anno, sostenuto dal tuo reggimento, ti saresti dedicato solamente a questa tua passione, per approdare al Tourist Trophy, dopo aver messo il tuo nome fra i vincitori del Manx Grand Prix nelle ultime due edizioni.

Non dimenticherò mai la prima volta che timidamente ti ho scritto, per chiederti se potessimo realizzare un’intervista e con quanta gentilezza rispondesti subito alla mia mail, ringraziandomi. Guardando le tue foto traspare la fierezza di chi conosce la vita militare, ma è dai tuoi occhi e dai tuoi sorrisi che è possibile percepire la tua forte personalità ed amore per il tuo lavoro. Conserverò sempre il ricordo di quella chiacchierata, così come delle ultime. Ti ho disturbato lo scorso febbraio per aver notizie sulla tua stagione, dal tuo iniziale “fra un mese vedrai” hai finito per raccontarmi i programmi di questo 2016, la North West200, il Tourist Trophy, la Southern100, Armoy, ma anche la Spring Cup.. e poi la sera del primo di marzo mi hai mandato un messaggio per avere la mail alla quale inviare il comunicato stampa in anteprima, sapendo che una volta ricevuto sarei stata al settimo cielo nel saperti in sella alla MV Agusta. Non dimenticherò mai queste piccole chiacchierate, per le risate fatte. Sabato è stata l’ultima volta che ci siamo sentirti, direttamente da Scarborough, nel frattempo ho avuto modo di “conoscere” la dolce Hannah.

Io non dimenticherò mai la lezione che quest’oggi ho imparato grazie a voi, perché non dobbiamo mai smettere di dire alle persone a cui vogliamo bene cosa proviamo, senza dar mai nulla per scontato. Il tuo animo puro lo hai dimostrato fino all’ultimo, aiutando altre persone, che ora vivono grazie a te, io non ti dimenticherò mai, non sarai un ricordo sbiadito nel tempo, ma una memoria che risplende fino a quando non ci si ritroverà tutti insieme.

27/2/2016: Manx Grand Prix Junior Race Winner Billy Redmayne pictured at the TT Grandstand. PICTURE BY DAVE KNEEN

27/2/2016: Manx Grand Prix Junior Race Winner Billy Redmayne pictured at the TT Grandstand. PICTURE BY DAVE KNEEN

 

papavero-solo-e-rosso

Ho deciso di salutarti con questo fiore scattato da Andrea Pagliantini, perché quest’anno sarebbe stato il tuo simbolo sul tuo casco, a ricordarci la tua professione, a ricordarci come hai dato la tua vita per aiutare gli altri.

Ciao Billy.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply