MOTOLOGY

NW200 COWTON SEELEY IRWIN I VINCITORI, IRWIN MAN OF THE MEETING

NW200 IRWIN MAN OF THE MEETING DOMINA LA GARA

La North West200 di quest’anno è stata blessed direbbero gli inglesi, da condizioni meteo perfette. Lo svolgimento delle gare avviene senza interruzioni, incredibile, non accadeva da anni! Si prosegue con le tre restanti gare.

Classe Supertwin.

Martin Jesssopp, vincitore giovedì, in pole in sella alla Supertwin del team RidersMotorcycles Racing. Quattro giri in programma. Si parte il poleman mantiene il comando, alle sue spalle splendida partenza di Cowton, McWilliams e McLean. A York Corner davanti a tutti c’è Cowton, seguito da McWilliam, McLean, Jessopp e Thompson, è chiaro che sarà impossibile prevedere il finale di gara. A Station l’attacco di Jessopp su McLean per il secondo posto, i due si sfiorano, ringrazia Thompson che arriva alle loro spalle, impossibile distinguere i primi sette piloti! A Metropole ritiro per Derek McGee, una North West sfortunata per il man of the meeting aTandragee. La lotta non si risparmia perché c’è un contatto anche fra McLean ed Elkin. A Ballysally roundbout transitano così: Jeremy McWilliamJoey Thompson,Adam McLeanJames CowtonMartin Jessopp. Attardati Michael Sweeney e Victor Lopez. A Magherabuoy chicane Cowton ha la meglio su Thompson. Il secondo giro inizia con McLean al comando, tallonato dalla Paton, alle prese però con McWilliams. A Ballysally roundbout Martin Jessop largo, che si ritira poco dopo per un problema meccanico, un vero peccato perdere il vincitore di gara 1. Christian Elkin riceve 10 secondi di penalità per essere andato dritto a Magherabuoy chicane, stessa penalità per Xavier Denis, dritto a Mather’s chicane. La gara perde purtroppo un importante protagonista, Adam McLean si ritira a Station corner. Siamo nel corso del terzo giro. Davanti è un gioco di scie continuo fra McWilliams, Thompson e Cowton. A Metropole ingresso all’interno di Cowton che sfiora la Paton, mentre largo McWilliams e rischia il contatto con Cowton, riesce a mantenere il comando. I tre sono un tutt’uno. Ultimo giro. York corner vede sfilare Cowton davanti a tutti, seguito da McWilliams e Thompson. A Station prova a sfruttare la scia McWilliams, con Thompson che fa altrettanto e torna davanti. A Juniper chicane un aggressivo Cowton si getta all’interno di Thompson ed ha la meglio su Thompson che per evitare il disastro va largo. James Cowton vince per la prima volta la North West200! Che gara incredibile! Secondo Jeremy McWilliams. Terzo Joey Thompsn, che mette a tacere le dicerie sul conto della Paton con una guida pulita e perfetta. Quarto posto perChristian Elkin seguito da Michael Sweeney ed uno straordinario Victor Lopez. Qui la classifica completa.

Classe Superstock.

Alastair Seeley davanti a  tutti in sella alla BMW del team Tyco. Sei giri da percorrere. Non dimentichiamo che in questa gara corre Stefano Bonetti, mentre non prende il via David Johnson per motivi di sicurezza, dovendo partire dall’ultima casella. Al via è Michael Rutter che effettua una partenza perfetta, seguito da Dunlop, Seeley, Hickmand, Kneen, Johnson, così a York CornerStation vede Dunlop avere la meglio su Rutter, in sette tutti insieme! Ingresso di Ballysally roundbout e Rutter torna davanti. A Mateher’s chicane sfrutta la scia Kneen e si porta al comando, largo di Hickman a Metropole. Il primo giro si conclude con Kneen che resiste al comando. Bonetti chiude in ventitreesima posizione. Lotta in casa Tyco BMW, con Seeley che prende la scia a Station e si porta davanti, ma non per molto perché a Ballysally roundbout è Rutter il leader, seguito da Kneen, Hickman e Seeley. Sfrutta la scia Hickman e si porta davanti a tutti, ma va largo a Metropole (questa staccata proprio non gli piace), perde due posizioni. Terzo giro e York corner vede adesso davanti a tutti Seeley, tallonato da Rutter, Hickman, Kneen, Dunlop ed Harrison. Inizia la fuga di Selley? No. Perché tornano tutti alle sue spalle, con un Dean Harrison lanciato alla ricerca del podio. Davanti a tutti a Ballysally roundbout è di nuovo Hickman, Kneen e Seeley lo seguono, si ripete la lotta in casa Tyco BMW. Resiste in ingresso a Magherabouy Hickman, ma grazie alla scia ha la meglio Seeley. Trenino compatto aJuniper chicane. Seeley, Hickman, Kneen, Rutter, Harrison, Dunlop. Ancora una volta quintetto compatto. Uscita da Mather’s cross gioco di scie, ai affiancano Seeley ed Hickman, mentre dritto di Michael Rutter che perde posizioni importantissime. Kneen si intromette fra Seeley ed Hickman. Scambio continuo come sempre. Si affianca Seeley e va interno a Metropole, ha la meglio, ma nel cambio direzione a Churh’s bend è Hickman all’interno ed esce al comando.  Ultimo giro. York Cornervede transitare Hickman davanti, Seeley, Harrison, Kneen, Dunlop, Johnson. Nervosa la BMW di Seeley che rischia di disarcionarlo, mentre li riprende Harrison e Kneen. A Ballysally roundobout davanti a tutti è Harisson, seguito da Kneen, Seeley Hickman e Dunlop. Dunlop arriva interno e prova a portarsi davanti a tutti. Interno Kneen resiste. Lungo di Kneen a Mather’s chicane, 10 secondi di penalità per lui, purtroppo. È lotta fra Harrison, Hickman, Seeley a Juniper è Seeley a portarsi davanti.Alastair Seeley vince ancora alla North West200! Secondo Peter Hickman e terzo Dean Harrison. Diciannovesima posizione per Stefano Bonetti. Qui la classifica completa.

Classe Superbike.

Ancora Irwin in pole e sette giri per decretare la vittoria della gara più ambita. La gara viene interrotta nel corso del primo passaggio per un incidente a Ballysally roundbout, il programma risente di un ritardo di 20 minuti. Si riprende dopo un warm up lap, ancora sette giri da percorrere come da programma. possiamo riassumere la gara con “non c’è storia”. Partenza perfetta ancora una volta di Irwin, che mantiene il comando e, come questa mattina, impone subito il suo ritmo. Alle sue spalle Harrison, Hickman, Rutter, Dunlop e Jessopp si giocano gli altri due gradini del podio. Mentre Irwin scappa, inizia lo scambio di posizioni grazie al gioco di scie daStation corner fra Harrison ed Hickman. Attardato Seeley che non ingrana la partenza e non è nei primi, come ci si sarebbe aspettati. Dritto di Hicky a Juniper chicane. Secondo giro e Irwin amministra il vantaggio su Harrison secondo. Risale Michael Dunlop che sfrutta la scia a Station corner ed ha la meglio su Dean Harrison. Gara solitaria fra i primi due. Sapremo solo al traguardo che Dunlop guida con u problema alla gomma. Ritiro in pitlane per Dan Kneen, weekend da dimenticare per lui. Quarto giro. Ingresso a York corner e Peter Hickman rallenta per guardare lo stivale destro, si ritira poco dopo. La lotta è per il terzo posto, se Rutter e Cummins riescono a riprendere Johnston. Poche emozioni, ad essere sinceri, non possiamo fare altro che ammirare la guida pulita di Irwin e Dunlop, ognuno guida in solitaria.Glenn Irwin vince per la terza volta alla North West200! Doppietta per lui, come non accadeva, nella classe Superbike, dai tempi di Steve Plater! Secondo posto per Michael Dunlop, terzo troviamo ancora Lee Johnston. Quarto Martin Jessopp, seguito da Conor Cummins, Dean Harrison, Michael Rutter e Gary Johnson. Irwin man of the meeting, si lascia andare ai festeggiamenti, a dire il vero ha percorso le ultime curve salutando il pubblico che lo acclama. Si dirige verso le tribune per lanciare stivali e visiera. Il portacolori BE Wiser Ducati si fa amare, sia in gara che fuori. Non mancano i ringraziamenti alla squadra ed, ovviamente, al compagno di squadra Shane Byrne, al momento in ospedale dopo la caduta a Snetterton nei test di giovedì. Qui la classifica completa

Si conclude così la North West200. Un augurio di pronta guarigione a tutti i piloti caduti in questa settimana, noi non possiamo fare altro che ringraziare tutti i piloti e darvi appuntamento al prossimo anno!

Credits Road Racing Daily che ringraziamo.

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply