MOTOLOGY

PUBBLICATA L’ENTRY LIST DEL MACAU GRAND PRIX

LA 52° EDIZIONE DEL MACAU GP VEDRÀ 10 ESORDIENTI

Il Macau Grand Prix 2018 chiuderà ufficialmente la stagione di corse 2018, una stagione che verrà ricordata anche per i motivi sbagliati.

Come sempre i partecipanti vengono invitati all’evento, ventotto compongono l’entry list. Le due ruote corrono da meno anni rispetto a quello che è il main event, che vede protagonisti le quattro ruote, coperte e non.

Quest’anno spicca il numero di esordienti, ben dieci.

Il team Dafabett Devitt Racing di Roy e Ben Constable fa esordire Paul Jordan e Dominic Herbertson, insieme hanno già disputato lo scorso Ulster GP.

Il team Penz13 dell’ex pilota Rico Penzkofer fa esordire tre piloti, Daley Mathison e la rivelazione di quest’anno, Davey Todd. Direttamente dal IRRC esordisce Erno Kostamo, tanto giovane quanto veloce.

Gli altri nomi ben noti dalle corse su strada irlandesi, o protagonisti al TT, sono: Craig Neve, Rob Hdson, Raul Torras, Andrew Dudgeon, Phillip Crowe.

A causa di un infortunio non potrà fare il suo debutto Nadieh Schoots, che sarebbe diventata la prima donna a parteciparvi.

Fra i veterani il team Penz13 schiera inoltre Derek Sheils, Danny Webb e Marek Cerveny.
Ritorno sul tracciato di Guia per Gary Johnson, ancora su Kawasaki del team Briggs Equipment; Ben Wyle, fedele alla Bimota. Ancora Michael Sweeney, Didier Grams, Horst Saiger, Sam West, Xavier Denis, Davy Morgan e André Pires.

Spicca l’australiano David Johnson con il team PR Racing e BMW. Dopo la partecipazione all’Ulster GP con il team Tyco sembrava possibile un’altra collaborazione, in vista anche della prossima stagione.

A Steve Heneghan invece l’onere e l’onore di far esordire in ambito internazionale la Ducati V4.

Sempre in casa Ducati, ma in sella alla Panigale 1199 ci saranno John McGuinness e Martin Jessopp con il team PBM di Paul Bird e sponsor locale. Jessopp regalò l’ultimo podio in ambito internazionale alla 1098 nel 2012, mentre McPint vinse con Bird ben 17 anni fa.

Saranno ancora compagno di squadra Michael Rutter e Peter Hickman, sotto i colori del team Aspire-Ho by Batham Racing. Non saranno però in sella alla stessa moto. Hicky sarà ancora su BMW, con la quale ha vinto e segnato il record al PokerStars Senior TT di quest’anno. The Blade invece sarà in sella alla Honda RC213V.

Non possiamo fare a meno di notare alcune assenze, Lee Johnston e Ian Hutchinson, per Honda Racing; Dean Harrison su Silicone Kawasaki.

Il nostro pensiero è per i piloti infortunati e, purtroppo, a quelli che non ci sono più.

Sarà come sempre un’edizione attesa ed imprevedibile, come sono le corse, come è la vita.

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply