MOTOLOGY

ULSTER GRAND PRIX PRIMO GIORNO INFORTUNIO PER MCGEE

INFORTUNIO PER MCGEE ED ELLIOTT

Primo giorno di prove per l’Ulster Grand Prix, apriamo il report con la notizia dell’infortunio di Derek McGee, coinvolto in una caduta insieme a Seamus Elliott. La caduta è avvenuta nel corso della sessione di prove delle big bike, l’ultima della giornata. Ad entrambi i nostri auguri di pronta guarigione!

La direzione gara ha rassicurato che si parla di sospette fratture.

Ieri sera piloti e team sono stati chiamati, come sempre, per gli scrutini delle moto ed il briefing dei piloti. Si era ipotizzata, se ne ha avuto la conferma, per ovvie ragioni, l’assenza di Michael Dunlop.

Il primo giorno ha visto l’arrivo della temuta pioggia, a mezz’ora dalla chiusura della strade asfalto umido con previsioni di piogge nel corso della giornata. Il ritardo si è protratto per due ore, prima un segnale stradale, risultato essere instabile, mentre la pioggia torrenziale ha fatto il capolino sul tracciato di Dundrod. Come se non bastasse, un corte nuziale ha bloccato ulteriormente l’inizio delle prove.

Quando finalmente  il direttore di gara ha potuto dare inizio alle prove erano trascorse due ore ed un quarto.

Primi trenta minuti dedicati agli esordienti. Lo spagnolo Raul Torras  il più veloce in sella alla Superstock, Tom Weeden nella classe Suspersport. Shaun Anderson davanti nella classe Supertwin, Chris Meyer unico esordiente nella classe Ultralighweight e Naoki Matsumoto nella classe Lightweight. Come sempre John Burrows pronto a rivestire i panni del pilota per fare da insegnante.

Nel frattempo torna il sereno.

A seguire venti minuti per le classi Ultralightweight/Lightweight. In questa categoria, per il quarto anno, il nostro rappresentante Lorenzo Tiveron. Rivediamo Lee Johnston in sella alla Yamaha 250cc, solitamente guidata da Bruce Anstey, come aveva fatto nel 2016. Darren Duncan scivola a Wheeler’s Corner, fortunatamente nessun problema per lui.

In sella alle Ultralightweight al comando Derek McGee, come sempre ultimamente, seguito da Christian Elkin, Paul Robinson e Michael Dokoupil. Per il pilota ceco si tratta della prima volta in sella alla Moto3. Decimo tempo per Lorenzo Tiveron, alle spalle di Gary Dunlop, precede Sarah Boyes.

In sella alle Lightweight troviamo invece al comando Neil Kernohan, davanti a Stephen Morrison, Lee Johnston e Gareth Keys. Dodicesimo tempo per Lloyd Collins, che rivedremo al Manx GP come debuttante.

Qui la classifica che comprende entrambe le classi.

Trentacinque i minuti a disposizione per le Supertwins. Ancora una volta Derek McGee si propone come lo specialista della categoria, seguito, ancora una volta, da Adam McLean, seppur con un crono in ritardo di tre secondi e mezzo. Alle loro spalle Daniel Cooper e Christian Elkin. Ventinovesimo crono per Veronika Hankocyova, anche lei prossima debuttante al Manx GP.

Adesso, alla luce dell’infortunio la classifica sarà completamente stravolta.

Qui la classifica completa.

La giornata è proseguita con i 40 minuti dedicati alla classe Supersport. La sessione ha visto inizialmente Derek McGee al comando, davanti anche al favorito Dean Harrison, con i due giovani McLean e Davey Todd a seguire. Nella seconda parte però risalgono Conor Cummins e Dean Harrison, con Deano che riesce a conquistare la pole proprio alla fine dell’ultimo giro disponibile.

La classifica completa dei tempi a questo link.

A concludere la giornata i cinquanta minuti dedicate alle Superbike/Superstock. Esordio per David Johnson in sella alla Tyco BMW e per Paul Jordan e Dominic Herbertson, entrambi in sella alla Kawasaki del team Dafabet Devitt Racing. A venti minuti dal finale la direzione gara espone la bandiera rossa. Dopo due ore di attesa la sessione riprende alle 19.25 italiane. Decidono di non prendere il via Peter Hickman e Conor Cummins. A confermarsi al comando, Dean Harrison in pole nella classe Superbike, mentre Peter Hickman nella classe Superstock, sono loro i due candidati principali all’assalto del nuovo record.

Questa la classifica completa.

 

Credits Road Racing Daily che ringraziamo

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply