MOTOLOGY

HARRISON LINTIN I MATTATORI DELLA SERATA

HARRISON LINTIN SI CONFERMANO MATTATORI DELLE RISPETTIVE CLASSI

Ci sono poche certezze nella vita, in questa Southern100 i mattatori delle classi 600/1000 e Supertwin sono da ricercare in due nomi.

Fortunatamente la pioggia non si candida a protagonista questa sera, anche se chiazze umide sono segnalate.

Nel giorno del funerale di William Dunlop la direzione gara gli rende omaggio sulla linea di partenza, un gesto semplice, ma dal profondo significato.

Tre le gare in programma questa sera per le due ruote. Il via subisce ritardi causa ambulanza lungo il percorso, ma nessun incidente.

Sette giri per la Senior Race. Partenza perfetta per Dean Harrison, che dalla pole position mette di nuovo in chiaro le cose. Alle sue spalle Ivan Lintin, Michael Evans, James Cowton. Già a Cross4ways Harrison ha un vantaggio di 1.6s su Lintin, che a sua volta ha 1.2s su Evans; Cowton è a 1.4s dal mannese.

La classifica vede Harrison incrementare il suo vantaggio su Lintin, che deve però fare attenzione ad Evans, Cowton, Hodson, McLean e Todd. Il quintetto si compatta rapidamente.

Il terzo giro si conclude con Harrison al comando, con 4.4 secondi di margine. Perde terreno Cowton, terzo. Mentre sono chiusi un sette decimi Hodson, McLean e Todd. Durante il quarto giro Todd ha la meglio su McLean!
Al passaggio successivo scivola a Ballabeg, senza conseguenze, Michael Evans. Intanto McLean perde una posizione, ancora una volta splendida prestazione di Todd.
Dean Harrison vince la Ellan Vannin Fuels Senior Race in sella alla Kawasaki Silicone Engineering! Secondo Ivan Lintin, terzo James Cowton, tre Kawasaki nei primi tre posti. Splendida prestazione, ancora una volta per Davey Todd che conclude in quarta posizione. Gli altri newcomer: decimo Brian McCormack, tredicesimo Michael Sweeney, diciannovesimo Barry Furber, ventiquattresimo Eric Wilson e trentesimo Jean-Pierre Polet.

All’arrivo Dean spiega perché abbia mancato la gara di apertura di eri “sinceramente non abbiamo pensato all’ipotesi che potesse piovere, quindi non ho portato le gomme da bagnato, non ho voluto rischiare”. Felice del risultato Lintin. Qui la classifica completa.

Come sempre programma fitto senza sosta. È il momento della classe Supertwin. Un totale di quindici piloti non prende il via, mentre late entry per McLean e Todd. Quest’ultimo prende il posto di Jamie Williams, che deve rientrare a casa per motivi familiari.

Sei i giri da programma ed in pole il superfavorito Lintin. Al via grande partenza di Cowton, che riesce a contenere Lintin, che precedere Thompson e McLean. A Cross4ways Lintin comanda, ma fra i due sette decimi di distacco, mentre McLean ha la meglio su Thompson.

Sul traguardo del primo giro inizia ad incrementarsi il vantaggio su Cowton, mentre McLean deve fare attenzione a Thompson che si avvicina. Ivan Lintin vince la Mike Kerruish Plumbing & Heating 250cc/650cc twins Race “1”, mettendo la parola fine sul ricordo del ritiro al TT, mentre era al commando. Seconda posizione per  James Cowton, che poco ha potuto. Taglia il traguardo terzo l’altro alfiere del team McAdoo, Adam McLean, ma subito Joey Thompson fa notare come il sorpasso al primo giro sia avvenuto in regime di bandiere gialle. Sembra nascere la polemica, i due giovanissimi talenti invece si chiariscono e si stringono la mano, in attesa del risultato ufficiale. La direzione gara da ragione al portacolori Paton, che sale così sul terzo gradino del podio. In questo modo per Adam McLean quinta posizione, alle spalle di Rob Hodson.

Come mio solito mi piace farvi notare la decima posizione di Rhys Hardisty, in sella alla Yamaha 250cc, ogni anno aspetto queste gare per ammirarlo, lo ammetto! Felice Lintin all’arrivo, spiega che proprio poco tempo fa ha partecipato ad una drag race con Cowton, quindi la bagarre con lui era dietro l’angolo, “evitaa2 grazie all’ottima partenza. Qui la classifica completa.

Terza gara, ultima per le due ruote, la 600cc race. Ben cinquantaquattro piloti non prendono il via, fra questi l’assente Michael Dunlop..

Sette i giri da percorrere ed in pole, ancora una vota, Dean Harrison, in prima fila con lui Cowton e McLean; seconda fila per Evans, Litin e Todd.

Al via partenza perfetta di Harrison, in casa McAddoo è McLean a fare meglio del compagno di quadra. A Cross4ways il colpo di scena! Al comando c’è Adam McLean! sul traguardo il miglior newcomer del TT 2017 ha quattro decimi di vantaggio sul favorito Harrison, terzo James Cowton, che precede Thompson, Evans, Lintin, Coward e Todd.

La situazione resta invariata al secondo giro, mentre il distacco fra i primi tre non arriva ai sete decimi di secondo.

Al terzo passaggio non cambiano le prime tre posizioni, ma Lintin, quarto, deve fare attenzione alla rimonta di Jamie Cowad, adesso alle sue spalle. Alla staccata di Castletown corner arrivano in tre appaiati.

Il quarto giro però vede ristabilirsi l’equilibrio dell’universo, davanti torna infatti Harrison. Al giro dopo il ritiro di Joey Thompson, mente Lintin deve cedere il passo al velocissimo Coward. Dean Harrison vince anche la Radcliffe Butchers 600 Race! Seconda posizione per Adam McLean e terzo James Cowton. Ai piedi del podio Jamie Coward e Ivan Lintin. Qui la classifica finale.

Dean Harrison sigla la doppietta, ribadendo che il re del Billown Circuit è lui adesso, così come Lintin si conferma lo specialista della Supertwin. Domani intensa giornata di gare, la 63° Southern100 giunge già al termine. Si inizia dalle 10.50 italiane.

Credits Lucas Croydon Photography che ringraziamo.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply