MOTOLOGY

SOUTHERN100 MICHAEL DUNLOP VINCE ANCORA NELLA 1000

LINTIN SULLA TWIN ED HARRISON SU LINTIN PER 37 MILLESIMI NELLA SUPERSPORT

Il secondo giorno di gare della 61° Southern100 è iniziato con un meteo minaccioso di pioggia.

Nel tardo pomeriggio pioggia, ancora  a ridosso delle gare quindi asfalto umido con pozze d’acqua sparse.

Presente Dean Harrison, vittima di un highside a Ballakeighan ieri nel coro del primo giro, che ha portato la direzione gara ad esporre la bandiera rossa. Il programma subisce un ritardo di circa 15 minuti a causa di diesel fra Great Meadow e Castletown Corner, perso durante il normale traffico cittadino, per permettere alle macchine spazzatrici di pulire il manto stradale.

Ad aprire il programma della serata la Ellan Vannin Fuels Senior race, con i suoi sette giri in programma. In pole Michael Dunlop ed in prima fila con lui Dean Harrison e Ivan Lintin. Seconda fila composta da Jamie Coward, Dan Kneen e Ryan Kneen. Terza fila Alan Bonner, Dan Hegarty e Mark Parrett. L’ultimo a prendere la pista nel warm up lap Dan Kneen, mentre da Manx Radio comunicano di non poter garantire che non pioverà nel corso di questa prima gara.

Al via parte ancora una volta fulmineo Dunlop, l’unico in griglia ad aver optato per le gomme da asciutto; imitato da Harrison, ma a Ballakeighan è chiaramente la BMW #3 al comando; alle loro spalle si riaccende la lotta fra Lintin e D Kneen. Problemi in griglia per Mark Parretts che non parte. Così come ieri Michael inizia a macinare decimi su decimi di vantaggio, che diventano secondi con una velocità impressionante. Non resta che appassionarsi alla lotta per il secondo gradino del podio. Ivan prova a tener testa a Dan, vi riesce anche, fino al secondo giro, quando deve arrendersi al pilota di casa, che riesce ad assicurarsi facilmente un secondo di vantaggio sulla Kawasaki #5. Non conclude il giro numero due Dean Harrison che si ritira, imitato da lì a pochissimo da Ryan Kneen e Jamie Coward.

Michael Dunlop vince la Ellan Vannin Fuels Senior race e sale a quota sedici vittorie sul Billowon Circuit; il suo vantaggio nei confronti di Dan Kneen è oltre 25 secondi! Incredibile. Terzo Ivan Lintin. Quarto Seamus Elliott, settimo Dan Hegarty, nono Alan Bonner. Qui la classifica completa.

Seconda gara del programma la Mike Kerruish Plumbing & Heating 250cc/650cc twins race 1 con sei giri da percorrere. In pole in questa gara è, neanche a dirlo, Ivan Lintin, in prima fila con lui Rob Hodson e Jamie Williams. Seconda fila per James Cowton, Jamie Coward e Rhys Hardisty (in sella alla 250cc).

Al via il meteo si mantiene ancora asciutto, nel senso che non piove, ma l’asfalto è ancora bagnato con pozze d’acqua sparse. Scatta fulmineo dalla pole Ivan Lintin, che di fatto fa il Michael Dunlop della situazione e lascia pochissime speranze a Rob Hodson, il primo degli inseguitori. Anche questa volta non resta che sperare nella battaglia per il secondo posto, che vede coinvolti appunto Hodson e Rhys Hardisty, non dimentichiamo che Hardisty è in sella alla Honda due tempi 250cc. Il primo passaggio vede Lintin con un vantaggio pari a +2.807s su Hodson, è chiaro che le speranze di una battaglia per la vittoria siano ridotte al minimo.. La situazione è emblematica al secondo passaggio, il vantaggio è salito a quasi sette secondi, per fortuna che l’asfalto viene definito tricky (che può giocare scherzi); anche il distacco fra Hodson e Hardisty è di circa un secondo. Quarto intanto Jamie Coward che non deve preoccuparsi dell’esordiente Adam McLean che lo segue. Solo cinque decimi guadagnati da Lintin alla fine del quarto giro, se non fosse che siamo oltre i nove secondo e mezzo di vantaggio ci si potrebbe preoccupare, così non è.

Ivan Lintin vince la Mike Kerruish Plumbing & Heating 250cc/650cc twins race 1 con oltre dieci secondi di vantaggio su Rob Hodson, terzo Rhys Hartisty, lo ripeto, in sella alla 250cc fra le 650cc, ottima Soouthern100 per lui! quarto Jamie Coward e quinto Adam McLean. Qui l’ordine di arrivo completo.

Terza gara della serata è la Radcliffe Butchers 600 Race, sette giri in programma. In pole ci dovrebbe essere Dean Harrison e con lui Jamie Coward e Dan Kneen. Seconda fila per James Cowton, Ivan Lintin e Colin Stephenson. L’altro vincitore di ieri Darryl Tweed parte dalla nona casella.

Al via è subito un testa a testa a tre, ottimo il poleman che viene però insidiato facilmente da Lintin e soprattutto da Kneen che scatta velocissimo e si porta al comando, bene anch Cowton. Msi tratta di una gara imprevedibile, al comando infatti si porta subito Ivan Lintin, complice anche un problema alla R6 #4 di Dan Kneen, che di lì a poco lo costringe al ritiro. Inizia quindi il corpo a corpo fra Lintin e Dean Harrison, quattordici i millesimi che li separano sul finire del primo passaggio. Anche il secondo giro non risparmia i due, finché Dean Harrison non porta la sua Kawasaki #2 davanti, nel tentativo di scappar via, tentativo che riesce poco, sul traguardo il margine è di 0.645s. In terza posizione intanto c’è poco di scontato, in lotta infatti Colin Stephenson, che è un’entry dell’ultimo momento e Rob Hodson. Non riesce il tentativo di fuga di Harrison, Lintin è la sua ombra, sul traguardo del terzo giro gli ha recuperato due decimi, mentre Stephenson ha messo due secondi fra se e Rob Hodson, complice il fatto che deve fare attenzione a James Cowton, quinto alle sue spalle. Al comando è un elastico, al quarto giro poco più di cinque decimi il vantaggio di Harrison, che può scordarsi la vittoria senza pensieri delle precedenti gare. Il quarto giro ci preannuncia il finale, a Cross four ways Lintin prova l’attacco cercando un passaggio all’interno, ma Harrison gli chiude la porta; la scena si ripete al giro numero cinque. Intanto si ritira Jamie Coward.

Ultimo giro. Cross four ways Ivan Lintin ci prova ad avvicinarsi ulteriormente, Harrison lo respinge, l’ultimo tentativo buono è a Castletown corner, ma Lintin commette un errore e va largo, il portacolori RC Express non molla e..Dean Harrison vince la Radcliffe Butchers 600 Race per soli 37 millesimi di secondo su Ivan Lintin! Terzo Colin Stephenson, quarto James Cowton e quinto Rob Hodson, settimo l’esordiente Darry Tweed. Qui l’ordine di arrivo completo.

Una serata incredibile. Domani si ripete, la prima gara partirà alle 11.20 italiane.

Foto ufficiali Southern100 by Peter Bull di Startlinephotos.com che ringrazio per la collaborazione.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply