MOTOLOGY

I PILOTI ROAD RACE A KNOCKHILL

Fino alla passata stagione mi occupavo dei piloti road race impegnati nel BSB solo fino al Tourist Trophy, ma sono giunta alla conclusione che sia sbagliato, di competizioni internazionali in calendario ce ne son ancora, quindi perché smettere? Soparatutto perché la Southern100 e l’Ulster Grand Prix sono praticamente alle porte, senza dimenticare il Classic TT e, a fine stagione, il Macau Grand Prix. Quest’anno rimedio!

Classe Superbike.

Peter Hickman, (a lui è dedicata la copertina) vincitore lo scorso hanno lungo il tracciato di Dundrod nella gara conclusiva, in questo weekend scozzese non ha patito il cambio di condizioni meteo, anzi andando a giocarsi il podio in gara 2, quando la pioggia è stata l’arbitro finale, un quinto ed un quarto posto in gara confermano il talento versatile del pilota di Louth.

Martin Jessopp. Il pilota di Yeovil ha più fortuna nelle gare su strade che negli short circuit; in sella alla supertwin è salito sul podio sia alla North West200 che al TT; in sella alla Triumph (sulla quale è salito per la prima volta direttamente alla North West200) è salito sul podio di entrambe le gare alla NW200 ed al TT ha chiuso con un ragguardevole dodicesimo posto nel Senior, in Scozia invece..il ventunesimo posto di gara 1 non rende giustizia, in gara 2 un ritiro..peccato non corra all’Ulster GP, per rivederlo fra i muretti dobbiamo attendere Macao.

Alastair Seeley. Il pilota nordirlandese è un po’ borderline nel discorso road racing. Partecipa alla sola North West200, anche quest’anno non si è smentito, o quasi, in Scozia oltre ha patito più il nuovo compagno di squadra che lo ha decisamente messo in ombra. I puristi provano a “sfidarlo” a competere all’Ulster Grand Prix, ma a lui non interessa.

Classe Superstock.

Michael Rutter-Knockhill round

Ian Hutchinson. Come detto nell’articolo dedicato Ian ha disputato un altro ottimo weekend, il feeling con la configurazione stock è eccellente, l’unico neo del weekend scozzese la pessima partenza in gara che gli ha fatto perdere terreno e, di conseguenza, la possibilità di lottare per la vittoria con Mackenzie ed Elliott. I suoi obiettivi restano gli eventi road racing, dovremo aspettare l’UGP per rivedere anche lui in strada, ma il contributo che sta dando a questa categoria è elevato. Al momento non sembra prevista alcuna wild card nella classe supersport, come invece ha fatto nel round ad Oulton Park, in preparazione del binomio NW200-TT.

Michael Rutter. (in foto) Dare per finito The Blade o pensarlo come una comparsa è un po’ come bestemmiare. Se guardiamo la classifica di campionato il leader, Taylor Mackenzie, potrebbe essere suo figlio eppure Michael è sesto in campionato, sempre a punti, eccezion fatta per il round a Donington Park che lui e Hutchy hanno saltato, al TT in sella a questa BMW ha concluso sesto nella gara superbike, quarto nella gara stock e settimo al Senior, ci meravigliamo se a Knockhill ha finito quarto? (poi terzo grazie alla penalità a Mackenzie). Dovremo però attendere noembre per rivederlo sfrecciare fra i mureti, con il Macau GP.

Classe Supersport.

Lee Johnston-Knockhill round

Lee Johnston, The General (in foto) ha fatto questo weekend il suo esordio sul tracciato scozzese, in sella alla fedele Triumph, affiancando il compagno di squadra Estment. Per lui un esordio in crescendo che lo ha portato a partire dalla prima fila (terza casella) in gara sprint ed a lottare per il podio, concludendo comune al quarto posto, un problema tecnico lo ha costretto al ritiro in gara domenica. In previsione Ulster GP un allenamento da non sottovalutare.

Josh Daley. Come giù detto nell’articolo dedicato Josh ha avuto a che fare con alcuni problemi che si erano già presentati al TT, senza che questi fermassero il suo lavoro e la sua determinazione. Lo vedremo ancora correre in strada? Decisamente si, i suoi progetti sono precisi e determinati.

Invece per guardare un attimo in un altro campionato, Danny Webb, concluse le esperienza alla North West200 ed al Tourist Trophy, dove quest’anno ha gareggiato per la prima volta in sella alla big bike; ha preso parte al round di Assen, classe Moto3, in sella alla Mahindra del team Platinum Bay Real Estate e con loro completerà la stagione. Prima gara conclusa al ventiduesimo posto, più che un round un test per riadattarsi ad una cilindrata più piccola ed in generale agli pneumatici ed alla ciclistica, ma c’è da pensare (sperare) che il cuore di Danny sia ormai per le road races.

Foto Ufficiali British Superbike, Chris Brown per Speedy Image

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply