MOTOLOGY

CIAO MALACHI

NON UN ADDIO, MA UN ARRIVEDERCI

Io sinceramente non so da dove iniziare, ho trascorso la notte in bianco, senza poter togliere dalla mente il tuo viso e le nostre chiacchierate, ho pensato a lungo a cosa poterti dire, senza arrivare ad una conclusione, ma son trascorse più di ventiquattro ore, te lo devo.
Ti scrivo in italiano, anche se era in inglese che parlavamo, un piccolo omaggio ai tuoi due anni trascorsi in Italia, ma soprattutto al pomeriggio in cui mi hai raccontato di quel periodo, incluso il video in cui ti mando a quel paese (tu sai per quale motivo), che ti aveva fatto ridere.

Mal noi ci siamo “conosciuti” quasi due anni fa, subito dopo il tuo debutto alla Southern100, prima ancora della tua giovane età mi aveva colpito la tua determinazione. Realizzammo un’intervista dopo un paio di settimane, in previsione del tuo debutto al Manx Grand Prix qualche mese dopo, alla domanda “cosa ti auguri” rispondesti senza esitazione “voglio vincere”, beh la vittoria quell’anno l’hai sfiorata, dopo una battaglia epica con il tuo amico/rivale Billy Redmayne, per poi ripetervi l’anno dopo. Su quel gradino più alto ci sei salito, nel Senior, sigillando la vittoria con un record incredibile, che al TT ti avrebbe dato il 19° posto nella gara superbike 2015!

Malachi Mitchell-Thomas-NW200

Negli ultimi mesi ci siamo sentiti praticamente ogni giorno, ho iniziato a volerti bene come ad un fratello minore, adoravo le nostre chiacchiere, quando facevo danni con l’inglese, facendo doppi sensi non voluti e tu, veloce anche in questo, non perdevi l’occasione per mettermi in imbarazzo, senza mai essere irrispettoso, ma solo lo spirito di un ragazzo che ama scherzare, mi mancheranno questi momenti. Mi mancherà sgridarti se vai veloce, dopo averti fatto i complimenti ovviamente, perché mi preoccupo per te; non ti ho mai detto apertamente di volerti bene, ma spero che questo te lo abbia fatto capire. In molti stanno dicendo che eri destinato a grandi cose, ma io penso che grandi cose avessi già iniziato a farle, non c’era un “poi si vedrà quanto vale”, non so trovare una risposta a quanto successo, ma so che la tua stella brillava ed ora lo è in cielo.

Nell’ultima intervista che hai rilasciato hai detto “non voglio essere il nuovo Guy Martin, non conosco quello degli inizi, non so di che parlate, io voglio essere il solo e unico Malachi Mitchell-Thomas”, beh Mal, forse non te ne eri reso conto, ma già lo eri, lo sarai per sempre.
Mi mancherai come un fratello minore, grazie per i ricordi preziosi che mi lasci, che lasci a questo mondo.
Questo è solo il mio saluto per te, ricordati che mi devi un’intervista ed una pinta, ciao fratellino till we meet again

HELLO MALACHI

NOT A GOODBYE, BUT SE YOU LATER

I’ve to be honest, iI’ve no idea how to begin,  I didn’t sleep all night, thinking on what to say to you, now I have to, you deserve it.

II’ve written to you at first in Italian, even if we used English to speak, it’s a bit homage to your 2 years in Italy, but most of all to the aafternoon you told me about that period, including the video I’ve sent you (the italian version of “Fuck Mal”, you know the reason) that made you laugh.

Mal we’ve met 2 years ago, just after your Southern100 debut, before your young age was your determination that made me a good feeling. After few weeks we made an interview, talking about you Manx GP debut, when I’ve asked “what’s your whishes” you simply said “I want to win”; well you almost did it, on an epic battling with your friend/rival Billy Redmayne,  you both did the same one year later. You were on the highest step of the podium aafter the Senior race, your win has been achieved with an unbelievable record, did you realise you would have been oh 19th place in the 2015 sbk race at the TT?!!

In the last momonths we’ve spoken almost everyday, I’ve begun to grow fond of you, to love you like a little brother, I loved our chats, even when I made some mistake with English you didn’t miss the chance to embarrass me, but being always polite, just a young man who loved jokes, iI’m gonna miss these moments. I’m gonna miss scolding you for being too fast, of course after telling you “well done”, coz ai was worried for you. I’ve never told you frankly I love you lil brother but I really hope understood it.

A lot of people are saying gyour destiny was full of great results,  but you know what? I think you’ve already begun to aachieve them, it was not about “one day you’ll see his quality”.

I’ve not an answer for what happened,  but I know your star was already shining,  now it continues on heaven.

In your last interview you said “I ddon’t want to be the new Guy Martin, I’ve no idea who he was at the beginning. I want to be the only one Malachi Mitchell-Thomas”, well Mal, you maybe didn’t realise it, but you already were and always will be,  forever.

I’ll miss you like a lil brother,  thanks for all priceless memories you gave me, all the memories this world has now.

This is just my greeting for you, you owe me an iinterview and a pint, hello lil brother, till we meet again

Malachi Mitchell-Thomas-North West200

Le foto sono di Ivan Black e Niall Doherty che ti salutano e ringraziano per lo spettacolo.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply