MOTOLOGY

48° EDIZIONE DEL MACAU GRAND PRIX, POLE A STUART EASTON

Stuart-Easton-pole-MacaoGP-1

NELL’ULTIMO APPUNTAMENTO INTERNAZIONALE DELL’ANNO LO SCOZZESE BEFFA SUL FINALE IL FAVORITO RUTTER, TERZO JOHNSTON

Come da trazione il suggestivo tracciato cittadino di Macao ospita l’ultimo appuntamento internazionale per le competizioni road racing.

Giunto alla sua 48a edizione, ricordiamo che le due ruote sono arrivate solo nel 1967, il circuito da Guia, lungo 3.8 miglia (6,2 km), ospita un vero e proprio festival della velocità nell’esaltante combinazione di lunghi e veloci rettilinei e curve brusche e tortuose. È classificato come uno fra i circuiti più impegnativi al mondo. Il record sul giro appartiene ancora a Stuart Easton su Kawasaki, edizione 2010 con il crono di 2:23.616, edizione che ha vinto per la terza volta consecutiva quell’anno.

La pole position è stata fatta segnare proprio dallo scozzese Stuart Easton, che ad un minuto dalla bandiera a scacchi ha beffato il favorito di sempre, il re di Macao, Michael “The Blade” Rutter, al suo esordio con i colori del team Milwaukee Yamaha, migliorando il crono della pole di ben oltre mezzo secondo.

Nella settimana che ha preceduto l’evento la pioggia non ha smesso di far capolino sulla cittadina, le condizioni in cui si sono svolte le prove non sono state soleggiate, cielo coperto, ma fortunatamente tracciato asciutto.

La seconda sessione di qualifiche è stata caratterizzata, nelle fasi iniziali, dalla bandiera rossa, in seguito alla scivolata alla Mandarin Bend di Micko Sweeney, la cui moto è andata in fiamme, nessuna conseguenza fisica per l’irlandese che qui è all’esordio.

Se da una parte sia Stuart che Rutter si son contesi la pole, non sono stati da meno Martin Jessopp e Gary Johnson, che nel primo quarto d’ora di prove hanno occupato (in ordine) la terza posizione, entrambi però l’hanno dovuta abbandonare inizialmente in favore dell’austriaco Horst Saiger, ed a sei minuti dalla bandiera a scacchi a Lee Johnston. “Incursione” fra le barriere senza conseguenze per lo svizzero Roman Stamm.

La pole vede così Stuart Easton, grazie al tempo di 2:25.975, nel corso delle prove non si è mai allontanato dalla seconda posizione. Il suo rientro fa bene sperare nel podio e, perché no, nella possibilità di vittoria, non avendo problemi né per ciò che concerne la pista né (soprattutto) nei riguardi della moto.  Secondo crono per Michael Rutter, con 2:26.478, per il re di Macao prima posizione sia nelle libere che nelle prime prove di qualifica, ovviamente il maggior accreditato alla vittoria finale, nonostante sia all’esordio sulla R1 del team Milwaukee. Il tempo di 2:27.096, consegna a Lee Johnston la terza posizione in griglia. Per “The General” un ottimo progressivo che è passato dal dodicesimo tempo (2:34.379s) delle prove libere, al nono (2:31.239s) delle prime prove di qualifica, per un totale di quarantatre giri percorsi nelle tre sessioni.

Quarto crono per il vincitore del 2013, Ian Hutchinson con 2:28.285s deve accontentarsi di guardare gli scarichi del neo compagno di squadra, a differenza di Easton però, Ian ha avuto modo di testare la moto in configurazione stock nel corso degli ultimi due appuntamenti del BSB e solo alla fine del campionato la configurazione superbike di Shane Byrne. Possibile candidato al podio?sarebbe un errore escluderlo. Quinta posizione in griglia per James “Jimmy” Storrar, il suo 2:28.506 migliora la posizione di partenza dell’anno scorso, settima) e può concretamente proiettarlo nella lotta per li podio (lo scorso anno concluse quinto). L’austriaco Horst Saiger partirà sesto grazie al 2:28.920, per lui sicuramente la voglia di riscatto dopo il ritiro dello scorso anno , causa coinvolgimento nella caduta di David Johnson. Deve accontentarsi del settimo posto Gary Johnson, 2:28.952  per Gaz, sempre protagonista sul tracciato, lo scorso anno ha concluso terzo dopo aver battagliato per la vittoria. Si aspettava di più anche Martin Jessopp, dopo il sesto tempo nelle libere ed il terzo nelle prime prove di qualifica. Lo scorso anno ha faticato all’esordio sulla BMW ed una partenza tutt’altro che brillante lo ha penalizzato, la speranza è rivederlo battagliare per il podio come due anni fa, quando era in sella alla Ducati 1098. Altra BMW alla nona casella, si tratta di Steve Mercer, 2:28.952  per lui ed un deciso miglioramento rispetto ai tempi delle precedenti sessioni. A chiudere la top ten John McGuinness, per il re del TT 2:29.986 seppure i tempi personali siano migliorati ha dovuto fare i conti con una Honda non troppo performante. Undicesimo il campione 2014 IRRC, classe Superbike, Didier Grams, un abituée del tracciato da Guia, lo socrso anno concluse la gara in ottava posizione. Alle sua spalle altre conoscenza delle road races, Dan Cooper, Stephen Thompson, quest’anno in sella alla BMW del team Penz13.com. a seguire: Roman Stamm, Marc Fissette, Brian McCormack, Allan-Jon Venter, James McBride, Paul Shoesmith, Steve Heneghan, Mark Miller, Davy Morgan, Brandon Cretu, Sandor Bitter, Graham English, Nuno Caetano, Michael Sweeney, Robert Daniel Kruger.

La caduta, senza conseguenze per i piloti, avvenuta nel corso delle prime prove di qualifica, accorsa a Peter Hickman e Jamie Hamilton non permetterà ai due piloti di pèrendere il via alla gara. Per l’esordiente Hickman è la mancanza di un telaio ad impedirne l’accesso alla gara, un vero peccato per il miglior esordiente internazionale di quest’anno, ottimo alla North West200, al Tourist Trophy ed all’Ulster Grand Prix, dovrà rimandare al prossimo anno. Per Hamilton invece numerosi danni alla sua Honda del team Wilson Craig, impossibili da riparare. Ricordiamo che i team investono molto meno in questa trasferta, già costosa di suo. Assente anche Andrè Pires, al momento trattenuto in ospedale per controlli, in seguito alla caduta nelle prime prove di qualifica.

L’orario di partenza per la ara delle due ruote è prevista alle 8:30 italiane, a seguire lo schieramento di partenza integrale.

Suncity Group Macau Motorcycle Grand Prix – 48th Edition 

1 5 Stuart EASTON GBR PBM by The Venetian HOTEL 2:25.975 15 150.93
2 2 Michael RUTTER GBR Milwaukee Yamaha 2:26.478 16 0.503 150.41
3 69 Lee JOHNSTON GBR Pirtek Pro Bolt Honda 2:27.096 12 1.121 149.78
4 1 Ian HUTCHINSON GBR PBM by The Venetian Hotel 2:28.285 15 2.310 148.57
5 15 James STORRAR GBR DMR Racing 2:28.506 15 2.531 148.35
6 3 Horst SAIGER AUT Saiger-Racing.com 2:28.920 15 2.945 147.94
7 7 Gary JOHNSON GBR Quattro Plant/Monex Europe 2:28.952 13 2.977 147.91
8 40 Martin JESSOPP GBR Riders Motorcycles BMW 2:29.408 7 3.433 147.46
9 13 Steve MERCER GBR Penz13.com BMW Motorrad 2:29.978 17 4.003 146.90
10 4 John MCGUINNESS GBR Pirtek Pro Bolt Honda 2:29.986 13 4.011 146.89
11 26 Didier GRAMS DEU Heidger-Motorsport.de 2:30.136 15 4.161 146.74
12 20 Daniel COOPER GBR DMR Racing 2:30.741 13 4.766 146.15
13 22 Stephen THOMPSON GBR Penz13.com BMW Motorrad 2:31.015 14 5.040 145.89
14 8 Roman STAMM CHE Team Bolliger Switzerland 2:31.189 11 5.214 145.72
15 19 Marc FISSETTE BEL Heidger-Motorsport.de 2:32.430 15 6.455 144.53
16 111 Brian MCCORMACK IRL Burrows Engineering Racing 2:32.509 14 6.534 144.46
17 62 Allan-Jon VENTER RSA CF32/Maco Racing Team 2:32.516 16 6.541 144.45
18 9 James MCBRIDE GBR JV Racing 2:32.872 12 6.897 144.12
19 11 Paul SHOESMITH GBR Ice Valley by Motorsave Trade 2:33.059 15 7.084 143.94
20 54 Steve HENEGHAN IRL Quattro Plant/Monex Europe 2:34.065 15 8.090 143.00
21 10 Mark MILLER USA Splitlath Motorsports 2:34.138 16 8.163 142.93
22 71 Davy MORGAN GBR CMS Racing 2:35.201 14 9.226 141.95
23 88 Brandon CRETU USA Splitlath Motorsports 2:35.407 14 9.432 141.77
24 12 Sandor BITTER HUN VRS Racing 2:36.177 13 10.202 141.07
25 83 Graham ENGLISH GBR TIVA Engineering Ltd 2:36.262 14 10.287 140.99
26 18 Nuno CAETANO PRT FMP Team Portugal 2:37.563 12 11.588 139.83
27 65 Michael SWEENEY IRL Burrows Engineering Racing 2:38.530 3 12.555 138.97
28 31 Robert Daniel KRUGER CAN Titanic Kawasaki by Penz13.com 2:39.948 7 13.973 137.74

 

foto ufficiale MacauGP

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply