MOTOLOGY

SEPANG GP – MOTO2 : BAGNAIA CAMPIONE DEL MONDO, MARINI TIGRE DELLA MALESIA

Una giornata indimenticabile, per non dire storica, per lo Sky Racing Team VR46.

Dopo il 2017, il titolo della Moto2 rimane in mano nostra: da Franco Morbidelli, il testimone passa a Francesco Bagnaia. I due in comune hanno una cosa, oltre il grande talento: il fatto di appartenere alla grande famiglia della VR46 Riders Academy.

Pecco è riuscito a dimostrare che i mondiali si vincono con tenacia, con intelligenza e costanza. 29 gare consecutive a punti vogliono dire tante cose, ma una su tutte che il talento non è niente se non c’è la testa, non c’è la voglia di ragionare ed in certi casi di mettere da parte l’orgoglio. Pecco ha corso una stagione meravigliosa, con 8 vittorie e 12 podi all’attivo che sono andati a bilanciare i (pochi) piazzamenti di scarso rilievo. Contro un avversario forte e di grande polso come Miguel Oliveira non si è tirato indietro ed anzi, ha colpito fino in fondo.. lasciandolo oggi andare per godersi ancora di più una giornata magica. Il destino vuole che anche quest’anno il titolo si sia conquistato a Sepang.. come nel 2017, come nel 2008. Il ricordo di Marco è sempre vivo.

A completare e coronare il sogno del team Sky Racing è stato Luca Marini che ha dominato il Gran Premio dal primo all’ultimo giro. Prima vittoria in campo internazionale per il fratello di Valentino Rossi, che è finalmente riuscito ad assaporare le emozioni e le sensazioni di chi, davanti a se, vede solo una distesa di asfalto.

Seconda posizione per Miguel Oliveira, vice campione del mondo. A chiudere la Top5, Mattia Pasini e Fabio Quartararo.

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply