MOTOLOGY

MUGELLO GP : LORENZO TRIPLICA

 

JL_GPGARA IN SOLITARIA PER LO SPAGNOLO CHE VOLA A TRE VITTORIE STAGIONALI DAVANTI A ROSSI E IANNONE

Più di 90.000 persone erano sulle colline del circuito più bello del mondo per assistere allo spettacolo della classe regina .
La domenica al Mugello è sempre contraddistinta da un colore, il giallo, che sovrasta qualsiasi altro fanclub .Gli appassionati della MotoGP quest’anno non si possono dire delusi dopo la gara che ha visto lottare i 6 top rider della stagione .
La vittoria, in fuga, è andata a Jorge Lorenzo per la quinta volta in carriera . Il passo, velocissimo e costante, era già stato notato dai più attenti sin dalle prove libere ma nessuno si sarebbe mai aspettato una gara in solitaria vinta con più di 5 secondi di vantaggio sui diretti avversari .
Dopo il momento difficile di inizio stagione il maiorchino è tornato il ‘martillo’ che fa sognare i tifosi e non solo .

La gara però è stata avvincente grazie a due componenti : alla lotta nel gruppo che si contendeva la seconda piazza e al solito Rossi che ha fatto impazzire le masse con un rimontone .
Con una partenza pressochè perfetta, tanto da sembrare anticipata, Andrea Iannone è stato uno tra i protagonisti principali della gara che ha lottato con le unghie e con i denti con il suo compagno Dovizioso e con Marquez, non rendendo la vita facile ad entrambi .
Il pilota di Vasto, ancora in condizioni fisiche non ottimali, ha centrato il suo miglior risultato in MotoGP davanti al pubblico di casa, che lo ha accolto e supportato per tutta la gara calorosamente .

Il destino beffardo invece ha tolto la possibilità di giocarsi il podio ad Andrea Dovizioso che, durante la lotta vera e propria, ha dovuto ritirarsi per problemi meccanici alla sua Desmosedici .
La sfortuna invece sembra aver fatto amicizia con Marquez al Mugello ; dopo le qualifiche nere che lo hanno fatto partire dalla tredicesima casella, lo spagnolo ha centrato una delle sue partenze oramai famose, riuscendo a recuperare più di 8 posizioni in un solo giro .

I problemi evidenti della Honda però lo hanno ostacolato per tutta la gara, compromettendone un altro buon risultato che è andato a concludersi con una caduta .

Ad aver approfittato della situazione è stato proprio Valentino Rossi che, al contrario del campione del mondo in carica, ha sbagliato la partenza ritrovandosi a girare alla San Donato in undicesima posizione .
Difficile la rimonta da parte del Dottore che per molti giri è rimasto con difficoltà in Top10 . Quasi a metà gara, Rossi è riuscito a cambiare marcia , mangiando metri sul gruppo di testa e recuperando posizioni sorpassando prima Dovizioso ( prima del ritiro ) e poi Pedrosa .
Grande rischio di caduta anche per il pesarese che, quasi per miracolo, è riuscito a salvare la situazione facendo leva sul ginocchio per rimettersi in piedi quando tutto ormai pareva perduto .

Un terzo posto che in casa non soddisfa, ma che in ottica campionato vale oro .

Ottima gara di Dani Pedrosa che ha portato la sua Honda ai piedi del podio, dopo questo difficile periodo di guarigione .

Buonissimi i risultati di Michele Pirro, ottavo, e Danilo Petrucci, nono .

La classifica mondiale vede sempre Rossi in testa a quota 118 punti, davanti a Lorenzo a 112 e Dovizioso a 83, seguito da Iannone a 81 e Marquez a 63 .

 

Prossimo appuntamento a Barcellona, sul circuito di Catalunya, il 14 giugno .

 

 

Crediti foto : Giandomenico Papello

 

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply