MOTOLOGY

SPORTIVITÀ NON DIMENTICHIAMO DI APPLICARLA

DAI GIOVANI DEL BSB UN ESEMPIO DI SPORTIVITÀ

Sportività, ultimamente sembra ci siamo dimenticati del vero significato di questa parola.

Ne facciamo uso solo quando siamo convinti di aver subito un torto, rigirandola a nostro favore quando invece “ce rode”, direbbero a Roma.

Questo weekend appena passato nel BSB ho visto due esempi di sportività, espressi nella maniera più semplice possibile.

In gara 1 Andrew Irwin ha trascinato nella sua caduta alla seconda curva gli ignari Dan Linfoot e Jason O’Halloran. Il tempo di rientrare in pitlane è andato subito al box del team Honda Racing per scusarsi anche con la squadra.

In gara 2 è stato Glenn Irwin trascinato nella caduta di Bradley Ray alla curva quattro. Lì per lì la gestualità di Glenn non lasciava dubbi, molta rabbia. Sembrava fra i due potesse nascere uno screzio.

Brad non ha mancato di porgere le sue scuse anche via social.
Poco dopo Glenn ha spiegato che la sua frustrazione derivava solo dall’essere trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato. In gara 1 Ray è scivolato nella stessa curva, in quel caso Glenn era abbastanza lontano.

Dov’è la sportività in questo? Dopo qualche ora Glenn ha postato una foto con Brad, andato a parlare con lui di persona. La foto che vedete qui su è relativa a questo incontro, la didascalia diceva “un tavolo per due”.

Perché si può essere in lotta per il podio, giovani e carichi di aspettative, ma appunto non bisogna mai dimenticare che, salvo episodi gravi, occorre sempre ricordarsi che la sportività non è un concetto da utilizzare solo a nostro favore.

Ce lo hanno ricordato i giovani del BSB, che rappresentano il futuro di questo sport. Bravi!

Credits Glenn Irwin.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply