MOTOLOGY

BSB MARTIN JESSOPP ANCORA CON RIDERSMOTORCYCLES.COM E BMW

RIDERSMOTORCYCLES.COM ANCORA FRA BSB E ROAD RACES CON JESSOPP

Martin Jessopp e Ridersmotorcycles.com hanno confermato la loro nel British Superbike anche per la stagione 2018, sempre con BMW, per il sesto consecutivo.

Il sodalizio con BMW è iniziato nel 2013, Martin fu uno dei primi piloti che intervistai e da allora i due sono cresciuti insieme. Un inizio non facile, dopo gli anni trascorsi con Ducati, ma che, unitamente all’esperienza road racing, crescita nel tempio, sta portando i primi risultati.

Se nel 2013 il miglior risultato furono due undicesimi posti, l’anno scorso sesto nella gara di casa a Thruxton. Qualche infortunio di troppo nel corso degli anni gli ha fatto saltare qualche round e penalizzato nel lavoro stagionale.

Paradossalmente Martin e Ridersmotorcycles.com hanno raccolto maggiori risultati nelle road race, rispetto agli shor circuit. Ciò non toglie che è l’insieme dell’esperienza del BSB insieme alle road race ad aver reso tutto possibile.

Il programma per questa stagione prevede test invernali, da qui a qualche settimana, per ricominciare da dove ci si è fermati la stagione passata.

Qualche giorno fa Martin ha fatto sapere, direttamente dal suo account Twitter, che verrà annunciata la sua partecipazione ad un’altra road race. La più quotata è l’Ulster Grand PRix, ma personalmente sarei ben felice di vedere un talento come quello di Jessopp confrontarsi con una gara spettacolare e mozzafiato come la Southern100.

Queste le sue parole: “Il 2018 dovrebbe essere una buona stagione per noi. Abbiamo un buon pacchetto da cui iniziare a lavorare nei test e vogliamo solo migliorare. A Thruxton l’anno scorso abbiamo dimostrato di cosa siamo capaci, quindi il primo obiettivo è questo e migliorare da quel punto in avanti”.

Non ci resta che fare un grande in bocca al lupo a Martin Jessopp e Ridersmotorcycles.com per la stagione che si appresta ad iniziare fra 45 giorni.

Credits Martyn Wilson per Pitlane Photography che ringraziamo.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply